24 novembre 2016

Juve Stabia, Morero: "Guardiamo avanti"

print-icon
Gaetano_Fontana_Juve_Stabia_LaPresse

Gaetano Fontana, allenatore della Juve Stabia (La Presse)

A tre giorni dalla sfida contro il Matera l'argentino e il centrocampista Atanasov tornano a parlare della sconfitta nell'ultimo turno contro il Lecce. Domenica altra sfida di alta classifica: "Siamo ancora primi, dobbiamo difendere quello che ci siamo guadagnati"

Giornata di parole in casa Juve Stabia, a tre giorni dall’importante sfida contro il Matera, in conferenza stampa hanno parlato il centrocampista Zhivko Atanasov e il difensore Santiago Morero. I due si sono concentrati sul prossimo impegno, ma sono anche tornati a parlare della rimonta subito dal Lecce nell’ultimo turno di campionato. "Domenica abbiamo fatto molto bene nel primo tempo, poi abbiamo fatto degli errori nella ripresa. Non è stato solo un problema fisico ma anche mentale, per questo dobbiamo lavorare su questo aspetto. Contro il Matera dovremo andare là per provare a vincere, come sempre. Non abbiamo paura, i tifosi sono con noi e questo è importante; contro il Lecce erano in tantissimi allo stadio e per la prima volta ho visto il Menti così pieno. Mi piacerebbe giocare sempre con così tanto tifo. Obiettivo personale? Voglio restare qui e fare sempre meglio", ha concluso il calciatore bulgaro.

Parola poi all’argentino: "La sconfitta con il Lecce brucia ancora - ha dichiarato - ci ha fatto male perdere dopo una grande prestazione. Dobbiamo guardare avanti, abbiamo parlato e cercato di capire cosa abbiamo sbagliato e questa è la cosa più importante. Domenica ci aspetta un’altra partita decisiva. Il passato è passato, vogliamo continuare a restare in testa per proseguire il nostro cammino. Ogni partita ci lascia delle indicazioni, nel bene o nel male, quello che facciamo dopo ogni match è analizzare le gare per migliorare. Domenica si è visto chiaramente che nel primo tempo li abbiamo sovrastati, poi dopo siamo calati. Abbiamo visto quanto di buono fatto e correggeremo gli errori. Ai tifosi dico che anche noi siamo dispiaciuti, lo stadio era quasi pieno e davanti alla nostra tifoseria volevamo sempre fare bella figura. La gente comunque ha reagito bene, ci ha applaudito. Gli chiedo di continuare a fare quello che stanno facendo, a sostenerci, noi continueremo a lavorare per rimanere in alto".

"Siamo a novembre e la classifica conta fino ad un certo punto - ha proseguito dicendo Morero - non mi aspettavo di essere così in alto a questo punto, visti i tanti giocatori nuovi, un allenatore nuovo; nel calcio in pochi mesi è difficile fare risultati. Ma siamo lì e dobbiamo difendere quello che ci siamo guadagnati, consapevoli che la classifica si guarda alla fine. Vorremo essere ancora lì ad aprile quando si decidono davvero le cose. Il Matera? E’ dall’inizio che insieme al Foggia, e al Lecce è tra le candidate a vincere. Sarà una partita difficile, hanno un allenatore esperto e un gruppo importante ma noi possiamo giocare con tutti e ripetere quanto di buono fatto finora. Non ci sarà Infantino ma alla fine conta poco, i Maradona in Lega Pro non ci giocano. Proveremo a dare il massimo come singoli e come squadra".  

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky