25 novembre 2016

Buon ritmo ma nessun gol: Giana-Arezzo finisce 0-0

print-icon
Giana_Arezzo_asgiana.com

Giana-Arezzo (foto www.asgiana.com)

Un punto a testa al termine di una gara in cui non sono comunque mancate le occasioni, bravi i due portieri a mostrarsi pronti e sicuri. La squadra lombarda allunga a sette la sua striscia di risultati utili consecutivi, gli amaranto continuano a perdere punti fuori casa

Nell’anticipo delle 18 allo stadio "Città di Gorgonzola", valido per la quindicesima giornata del girone A di Lega Pro, la Giana Erminio ha pareggiato per 0-0 contro l’Arezzo. Una gara che ha visto protagoniste due squadre in un buon momento di forma che non sono però riuscite ad avere la meglio l’una sull’altra, concludendo dunque la partita senza gol e ma non senza emozioni. I toscani si portano così a quota 26 punti e confermano le loro difficoltà nelle gare fuori casa. La Giana, invece, allunga a sette la striscia di risultati utili consecutivi e sale a 22 punti.

Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne le due squadre hanno deciso di scendere in campo con un fiocco bianco cucito sulla maglia, per promuovere la sensibilizzazione su questo tema. Da punto di vista della gara, sin dall’inizio le due formazioni giocano su ritmi alti, con gli amaranto (schierati con il 4-4-2) che dopo nove minuti trovano la prima occasione con Polidori che prova il destro dal limite. Poco prima della mezz’ora risponde la Giana con Bruno, bravo a sfruttare il cross di Augello; anche in questo caso però la palla esce di poco. Le due squadre continuano a spingere e prima dell’intervallo i lombardi sono anche costretti a sostituire Alex Pinardi per un problema fisico; al suo posto dentro Biraghi.

Nella ripresa il copione non cambia, anche in questo caso è l’Arezzo (migliore dell’avversario nel possesso palla) a cercare il gol con più convinzione. Polidori serve Foglia ma l’uscita di Viotti non permette al giocatore di piazzare nel modo giusto e la palla finisce alta. La Giana ci prova con le verticalizzazioni ma il suo portiere è ancora una volta bravo al 61’ a respingere una doppia occasione dell’Arezzo. Bene anche il suo collega-avversario Borra (classe 1995 all’esordio in questo campionato) che al 70’ sceglie bene il tempo dell’intervento e mostra personalità e sicurezza. Nel finale c’è ancora tempo per alcune azioni pericolose da entrambe le parti: prima Montesano colpisce di testa da calcio d’angolo, con il pallone di poco alto sopra la traversa; poi Foglia ci prova di destro ma ancora una volta non trova la porta. Dopo quattro minuti di recupero si chiude così la partita.

Nessuna rete ma numerose occasioni per tutte e due le squadre, Giana e Arezzo si prendono un punto a testa e possono comunque essere soddisfatte per quanto mostrato nell’arco della gara. Il risultato è figlio di qualche giocata imprecisa e della bravura dei due portieri, in grado di rispondere sempre nel modo migliore all’occorrenza. La squadra di casa, che nel prossimo turno affronterà il Pontedera, ottiene buone risposte dal suo centrocampo, che ancora una volta rappresenta una garanzia. Per quanto riguarda la squadra toscana la nota più positiva è sicuramente la prestazione di Polidori, pericoloso ed utile alla formazione di Sottili dall’inizio alla fine; la speranza degli amaranto è di riuscire a migliorare le proprie statistiche fuori casa.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky