03 dicembre 2016

Baraye acciuffa il Bassano nel finale, 1-1 a Parma

print-icon
Emanuele Calaiò - Parma

L'attaccante del Parma, Emanuele Calaiò, protagonista di tante occasioni contro il Bassano (foto Lapresse)

Volevano uscire dalla crisi, si sono fermate a vicenda. Un punto a testa al Tardini, succede tutto nel finale dopo una partita apertissima e spettacolare. Nel recupero anche tanto nervosismo: espulsi Lucarelli e Bizzotto

PARMA-BASSANO 1-1
80' Minesso (B), 88' rig. Baraye (P)

Doveva essere la partita della scossa e della svolta, per entrambe. Alla fine è arrivato soltanto un punto a testa che forse, in questo momento, serviva poco a Parma e Bassano. Al Tardini finisce 1-1, la “piccola crisi” delle due squadre (un punto nelle precedenti tre partite) si allunga e la vittoria stenta ancora ad arrivare. Soprattutto per Morrone, che lascerà il posto a D’Aversa (oggi in tribuna) senza essere riuscito a centrare neanche un successo sulla panchina gialloblù. Apre Minesso su rigore nella ripresa, risponde Baraye quasi al 90’ risolvendo una mischia pazzesca nell’area del Bassano. Zommers salva più volte il Parma, alla fine l’1-1 è il risultato più giusto per quanto visto in campo. Ma, sicuramente, non quello che le due squadre speravano di ottenere. Con un punto a testa, la classifica di Parma e Bassano si muove poco: restano rispettivamente ottava e settimana nel girone B di Lega Pro con 26 e 27 punti, aspettando le gare di domenica che completeranno il programma della sedicesima giornata. Con il rischio di essere superate entrambe della Feralpisalò e, soprattutto, di perdere troppo terreno dalle squadre là davanti che, dal Pordenone al Gubbio, proveranno la fuga.

Nel primo tempo una traversa di Ricci - Niente turnover, obiettivo: vittoria. Per uscire dalla crisi. Vale per Parma e Bassano, la sfida del Tardini pesa tantissimo sul momento delle due squadre. Morrone lancia Ricci sulla sinistra, poi conferma il suo classico 4-4-2 con Canini e Lucarelli dietro, Nocciolini sulla fascia destra e la coppia Calaiò-Baraye davanti. Il Bassano risponde con una formazione praticamente obbligata, con il duo Fabbro-Gandolfo davanti. Un punto nelle ultime tre gare, due sconfitte consecutive per entrambe le squadre: ecco perché Bassano e Parma, settima ed ottava nel girone B di Lega Pro, hanno assolutamente bisogno di una vittoria. Fase iniziale della gara di studio e di grande equilibrio: il Bassano sfiora il vantaggio dopo tre minuti con Fabbro, al 5’ il Parma risponde con la traversa del giovanissimo Ricci. Partita equilibrata e divertente, con la squadra di Morrone attivissima: al 7’ un gran colpo di testa di Nocciolini sfiora di nuovo il gol dell’1-0 per il Parma, al 22’ però risponde il Bassano con una bella conclusione di Grandolfo che però finisce altra sopra la porta di Zommers, protagonista pochi minuti prima di un grande intervento sul tiro di Proietti dalla distanza. Ancora Parma, però: due occasioni in due minuti. Al 34’ Bastianoni salva il Bassano sul colpo di testa di Calaiò, al 36’ ci riprova Nocciolini con un tiro da dimenticare però. Non è finita: passa un minuto ed il Parma sfiora nuovamente il vantaggio, Nocciolini serve bene Calaiò che però è in posizione di fuorigioco. Il Bassano nel finale reclama un rigore per fallo di mano di Canini, ma l’ultima grande occasione è quella che arriva sui piedi di Grandolfo: l’attaccante riceve un bel cross di Crialese, ma non centra la porta. Finisce così il primo tempo, 0-0 e squadre negli spogliatoi.

Bassano di rigore, Baraye nel finale - Subito un cambio nel Parma. Fuori Benassi, dentro Messina. Morrone prova a mischiare le carte per spezzare l’equilibrio. E quasi ci riesce, perché dopo un minuto del secondo tempo il Parma colpisce un’altra traversa, questa volta con Baraye. Sembra il momento migliore dei padroni di casa, ma il Bassano risponde con una doppia occasione in pochi minuti: al 51’ Zommers salva il punteggio sul tiro di Grandolfo, 180 secondi dopo è lo stesso attaccante a sbagliare clamorosamente dopo una respinta imprecisa del portiere gialloblù. Difesa da incubo per il Parma che però torna in avanti e al 55’ è Bastianoni a salvare lo 0-0 con una gran parata sulla punizione di Calaiò. La partita adesso è uno spettacolo: nuovo capovolgimento di fronte ed è ancora Zommers con un miracolo a tenere il punteggio in parità sul tiro di Grandolfo, poi Nunziella salva sulla linea e la squadra di Morrone può respirare. E’ il momento del Bassano che continua ad attaccare: prima Pasini di testa, poi Proietti da fuori area. Il Parma soffre e gli ospiti provano ad approfittarsene. Morrone lo capisce e cambia di nuovo: fuori Ricci, dentro Giorgino e passa al 4-3-3 la squadra gialloblù. Ma l’inerzia non cambia, con il Bassano che fa la partita e mette alle corde il Parma. A poco più di dieci dalla fine l’episodio che spezza gli equilibri: Nunziella mette giù Fabbro, per Amoroso è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Minesso che batte Zommers e porta il Bassano in vantaggio: all’80’ è 1-0 per gli ospiti al Tardini. Sembra pronta la terza sconfitta consecutiva per la squadra di Morrone, ma il Parma tenta il disperato assalto nel finale e all’88’ Baraye risolve una mischia nell’area ospite firmando il gol dell’1-1. E’ il terzo in campionato per il senegalese, ma è soprattutto quello che scaccia lo spettro di una crisi ancor più profonda in casa Parma. Nel finale si accende una mischia e Amoroso espelle i due capitani, Lucarelli e Bizzotto. Finisce così, con un rosso ed un punto a testa tra Parma e Bassano. Un pareggio che, forse, nessuna delle due si augurava.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky