05 dicembre 2016

Zeman: "Non si vince ma almeno non si perde"

print-icon
karel_zeman_reggina_reggina1914it

Karel Zeman, allenatore della Reggina (foto www.reggina1914.it)

Sabato è arrivato il nono pareggio stagionale, mentre la vittoria manca dallo scorso 9 ottobre. I granata si preparano ora ad affrontare la Virtus Francavilla, con l'allenatore che non è preoccupato: "Mancano venti partite alla fine, non è il momento di pensare alla nostra posizione in classifica"

Un altro gol nei minuti di recupero, un altro risultato recuperato, un altro pareggio. La Reggina di Karel Zeman continua a non vincere, ma almeno non perde. La partita contro il Foggia è finita 1-1 e la striscia di partite senza vittoria si è allungata ad otto. Per i granata non c’è tempo per fermarsi e nel turno infrasettimanale incontreranno la Virtus Francavilla: l’allenatore ripartirà dalla determinazione e dalla generosità mostrate dai suoi calciatori nell’ultima partita, qualità che avrebbero potuto portare anche un risultato migliore se solo i giocatori avessero sfruttato meglio le occasioni create. Su questi concetti è tornato proprio Zeman nella conferenza stampa di presentazione del prossimo match: "Contro il Foggia c'è stata collaborazione tra i ragazzi per tutta la durata della gara - ha detto - è chiaro che in alcuni frangenti è riuscita meglio e in altre peggio".

"In certe circostanze siamo arrivati dopo sulla palla e altre volte siamo stati a volte poco aggressivi, ma loro giocavano con tagli e sovrapposizioni e sbagliavano davvero poco. Non sono preoccupato per la mancanza di vittorie, c'è da dire che per dieci volte non abbiamo perso anche se è arrivato solo un punto. Sono convinto che alcuni pareggi fatti all'inizio si trasformeranno in vittorie nel girone di ritorno. Per quanto riguarda la formazione posso dire che domani non ci sarà Coralli. Botta? Vedremo. Parlare di mercato non è mio compito, ma di certo se e quando mi verrà chiesto dove non sono contento, esprimerò il mio punto di vista, compatibilmente con le esigenze di tutti". Tornando poi alla gara contro la Virtus Francavilla l’allenatore ha aggiunto: "Affrontiamo una squadra forte che gioca così da tre anni, sono una squadra che fa girare bene la palla come fa il Lecce o il Foggia".

"Mi aspetto una formazione che può giocare in maniera simile a quella incontrata nell’ultimo turno, sabato scorso, anche se nel complesso credo abbiano minore qualità. Davanti hanno un ottimo attaccante come Nzola, che ci potrebbe creare problemi. Il terreno sintetico non mi preoccupa, anzi; fosse per me giocherei sempre su questa superficie; dobbiamo anche capire la reazione dei singoli su questo tipo di campo, tra di noi alcuni potrebbe avere qualche difficoltà. Mancano venti partite al temine della stagione e guardare la classifica oggi non ha senso. Si vedrà alla fine. La classifica è figlia del fatto che si pareggia troppo e si vince poco: questo ci insegna che non dobbiamo mai accontentarci troppo dei pareggi".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky