06 dicembre 2016

Juve Stabia, ko 2-1 ad Andria. E il Lecce scappa

print-icon
Gaetano Fontana - Juve Stabia

L'allenatore della Juve Stabia, Gaetano Fontana, sconfitta oggi ad Andria (foto Lapresse)

Vantaggio dei padroni di casa con Cruz, pareggio nella ripresa per la squadra di Fontana grazie alla rete di Sandomenico. Ma il pari dura poco e un autogol di Cancellotti regala i tre punti all'Andria (ed il primato al Lecce)

F. ANDRIA - JUVE STABIA 2-1
4' Cruz (A), 66' Sandomenico (J), 73' aut. Cancellotti (A)

Era una sfida a distanza, dalla Puglia alla Sicilia: prime della classe a confronto. Lecce e Juve Stabia, le due capolista del girone C di Lega Pro, sono scese in campo alla stessa ora, impegnate rispettivamente a Messina e ad Andria per la diciassettesima giornata. Per conservare il primo posto e per sperare, magari, in un passo falso della rivale. E’ arrivato, ma a far festa è solo la squadra di Padalino perché i campani si fermano ad Andria e lasciano andar via il Lecce a +3, da solo, al primo posto in classifica. Cruz apre per i padroni di casa, Sandomenico la pareggia nella ripresa. Poi un autogol di Cancellotti regala i tre punti all’Andria. Per la squadra di Fontana è una bella frenata in classifica, e adesso si dovrà guardare soprattutto alle spalle. Perché è vero che Mastalli e compagni hanno una gara da recuperare, ma il Foggia preme e ora vuole tentare il sorpasso. Allo Zaccheria nel posticipo la squadra di Stroppa sfiderà il Fondi, a caccia di una vittoria che vorrebbe dire secondo posto. E sorpasso alla Juve Stabia.

Cruz la sblocca - La Juve Stabia per il primo posto, l’Andria per le ambizioni da playoff. La sfida del Degli Ulivi era anche, e soprattutto questo. I padroni di casa partono fortissimo e al 4’ Cruz la sblocca con un colpo di testa che vale il terzo gol in campionato e l’1-0 dei suoi. La Juve Stabia è chiamata a reagire, ma sono i padroni di casa a fare la partita. Al 9’ sfiorano il raddoppio, al 22’ approfittano di un errore della difesa ospite per andare di nuovo vicini al 2-0. Dieci minuti ed è ancora l’Andria a rendersi pericoloso con un tiro di Piccinni che finisce alto di poco. Da Messina arriva la notizia del doppio vantaggio della squadra di Padalino, il Lecce è virtualmente a +3. Ti aspetti una reazione della Juve Stabia, ma all’intervallo è ancora 1-0 per i padroni di casa.

Pareggio e nuovo vantaggio - Pessimo inizio di ripresa per la Juve Stabia che soffre le folate offensive dell’Andria. Al 49’ Russo rischia di combinare un disastro regalando la palla a Cruz, che serve Piccinni ma Russo devia in angolo il tiro del giocatore della squadra di Favarin. La Fidelis spinge, la Juve Stabia prova a reagire. Fontana cambia modulo ed i risultati lo premiano 3’ dopo: Sandomenico servito in profondità beffa Poluzzi e firma il pareggio. Il Lecce adesso è soltanto a +2, la Juve Stabia ci crede. Ma la parità dura pochissimo perché al 7’ una sfortunata deviazione di Cancellotti finisce nella propria porta e riporta l’Andria in vantaggio: è 2-1 adesso per i padroni di casa, il Lecce si allontana di nuovo. Ti aspetti la reazione dei campani, e invece all’86’ è Cianci a sfiorare addirittura il 3-1. I cambi non danno la scossa alla squadra di Fontana che rimane anche in dieci per l’espulsione di Atanasov, al Degli Ulivi finisce così. Due a uno per l’Andria, Juve Stabia battuta. E il Lecce scappa via in testa al girone C di Lega Pro.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky