06 dicembre 2016

Lega Pro, gir. C: i risultati della 17a giornata

print-icon
Gaetano Auteri - Matera

Il Matera di Auteri ha vinto 4-2 in casa contro la Casertana (foto Lapresse)

Vince in casa il Matera di Auteri, perde il Foggia in rimonta contro il Fondi. Vola il Lecce, cade la Juve Stabia. E in fondo alla classifica tornano a vincere Taranto e Catanzaro

Un martedì di Lega Pro, con tutto il girone C impegnato. Tutti in campo quindi, un programma che si è concluso con la vittoria del Matera in un rocambolesco 4-2 in casa contro la Casertana. Succede tutto nel secondo tempo: la squadra di Auteri va avanti addirittura 4-0 con i gol di Armellino e Negro e la doppietta di Carretta, poi nel finale in due minuti la Casertana prova a rientrare in partita con il rigore di Giannone e la rete di Corado. Ma è troppo tardi, i tre punti se li prende il Matera che sale così al secondo posto in classifica. Già, perché nella diciassettesima giornata del girone C di Lega Pro succede praticamente di tutto e ne esce una classifica completamente ridisegnata. Il Lecce adesso è da solo al comando dopo la vittoria per 3-0 a Messina nel primo pomeriggio: doppietta di Caturano e gol di Persano, tre punti che spingono la squadra di Padalino in vetta alla classifica a quota 35. In solitaria, dicevamo. Perché alla stessa ora la Juve Stabia frena ad Andria, battuta 2-1 dai pugliesi che segnano con Cruz e con un autogol di Cancellotti. La squadra di Favarin si tiene stretta un posto nei playoff, i campani scendono al secondo posto a pari merito proprio con il Matera (e con lo scontro diretto da recuperare il 13 dicembre, una sfida che potenzialmente potrebbe permettere ad una delle due di raggiungere il Lecce in testa al girone C). Chiude il poker di vetta il Foggia, che allo Zaccheria si fa rimontare il doppio vantaggio dal Fondi: finisce 3-2 per gli ospiti in rimonta, la squadra di Stroppa rimane a quota 31 punti a -4 dal Lecce primo.

Le altre - Archiviato il capitolo “primi posti”, vediamo i risultate delle altre squadre del girone C di Lega Pro. Basta un gol di Nzola alla Virtus Francavilla per battere la Reggina di Zeman e tenersi stretto il sesto posto, mentre i calabresi scendono ancora in classifica con solo un punto di vantaggio sul Catanzaro ultimo. Catanzaro che con i gol di Cunzi e Giovinco (su rigore) batte la Vibonese e accorcia le distanze dalle altre squadre impegnate nella lotta salvezza. Come l’Akragas, che perde in casa contro un Cosenza che era in crisi e che ritrova la vittoria con la doppietta di Statella e la rete di Caccetta nel recupero. Vola il Catania, tra le squadre più in forma del girone C di Lega Pro. La squadra di Rigoli archivia la pratica Monopoli con un secco 4-1: a segno Russotto, Barisic, Mazzarini e Paolucci, che regalano i tre punti ai rossazzurri che sorpassano proprio i pugliesi e salgono all’ottavo posto. E, senza i 7 punti di penalizzazione, il Catania sarebbe quarto a pari merito con il Foggia. Pareggiano 1-1 Paganese e Siracusa, un punto prezioso per smuovere la classifica di entrambi e tenere a distanza le zone calde della classifica. Tre punti preziosi, infine, per il Taranto, che batte in casa il Melfi 2-0 e si allontana dall’ultimo posto in classifica. Una classifica rivoluzionata da questo turno infrasettimanale: sorride il Lecce, così come il Matera. Per Juve Stabia e Foggia, invece, un martedì da dimenticare in fretta.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky