06 dicembre 2016

Lecce, arriva il riscatto: 3-0 a Messina e primato

print-icon
Caturano

L'attaccante Salvatore Caturano, protagonista con una doppietta della vittoria del Lecce a Messina (foto Lapresse)

La doppietta di Caturano ed il gol di Persano stendono la squadra di Lucarelli. Padalino adesso è di nuovo da solo in testa alla classifica del girone C, perché la Juve Stabia ha perso ad Andria e si stacca (in attesa del Foggia)

MESSINA-LECCE 0-3
19' rig. e 79' Caturano, 45' Persano

L'Us Lecce era chiamato a rispondere sul campo, la risposta è arrivata. Decisa, precisa, puntuale. I salentini vincono a Messina e tornano, da soli, in testa alla classifica. Anche perché un’altra pugliese, l’Andria, ferma la Juve Stabia e regala alla squadra di Padalino il primo posto in classifica in solitaria. I campani devono ancora recuperare una gara (quella contro il Matera sospesa per nebbia), ma per adesso il Lecce è lassù. In testa, da solo. La diciassettesima giornata del girone C di Lega Pro lo riporta al comando della classifica. La doppietta di Caturano e il gol di Persano regalano - in rima - i tre punti ai giallorossi, Padalino può sorridere. Tre a zero al Messina, il Lecce così può di nuovo guardare tutti dall’alto.

La sblocca Caturano, raddoppia Persano - Addio 4-3-3, Padalino dopo le critiche e la sconfitta al Via del Mare contro il Matera rivoluziona il suo Lecce: 4-2-4 per una squadra super offensiva con Vutov, Persano, Caturano e Doumbia in attacco. E i risultati si vedono subito. Lecce che attacca e crea, un quarto d’ora iniziale di ritmo altissimo per i giallorossi. Al 14’ ci prova il solito Tsonev con una gran botta dalla sistanza, al 18’ sul tiro di Vutov De Vito la “para” con la mano ed è rigore per il Lecce. Batte Caturano che segna e sblocca il risultato, al 19’ la squadra di Padalino è avanti 1-0 a Messina. Lucarelli chiede una scossa, al 22’ ci prova Milinkovic con una splendida azione personale a trovare il pareggio. Ma niente da fare. Il Messina però c’è e si fa vedere, ma al 45’ è il Lecce a trovare il raddoppio in extremis: contropiede rapidissimo della squadra di Padalino, Tsonev lancia Persano che entra in area e batte Berardi sul primo palo. All’intervallo è 2-0 per il Lecce, il primo posto in classifica è già in tasca.

Tris e primato - Inizia il secondo tempo, non cambia il copione. Lecce a trazione offensiva che si rende subito pericoloso: al 51’ ci prova Caturano con un gran destro che sfiora il palo, poi arriva la reazione del Messina con Marseglia ma Gomis è bravissimo a mettere in angolo. E’ soltanto un acuto, perché la squadra di Padalino torna subito a fare la partita e al 63’ è ancora Caturano a cercare la doppietta con un tiro che finisce di poco alto sopra la porta di Berardi. I ritmi calano, il Lecce controlla la partita ed evitare di rischiare troppo. Al 79’ però uno scatenato Caturano trova la doppietta personale con un colpo di testa che batte Berardi e firma il 3-0 finale. Sorride Sasà che torna capocannoniere solitario del girone C con 11 gol, sorride Pasquale Padalino che si gode i frutti della sua minirivoluzione infrasettimanale, sorride tutta Lecce, che sabato sera ha vissuto un autentico incubo al Via del Mare nello 0-3 contro il Matera. Adesso, di nuovo, primo da solo in classifica. Nel girone C di Lega Pro per il momento comandano i salentini: si aspetta il Foggia, e si attende anche lo spauracchio Matera che dovrà anche finire la gara contro la Juve Stabia (sospesa per nebbia) in un girone che si preannuncia splendido. 

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky