12 dicembre 2016

Ferrari batte nebbia ed Albinoleffe, Venezia 1°

print-icon
Filippo Inzaghi - Venezia

Filippo Inzaghi, l'allenatore del Venezia primo nel girone B di Lega Pro

Gara posticipata di 15' per la nebbia, quasi 90 minuti di noia ed equilibrio. Poi Inzaghi lancia l'attaccante dalla panchina e in extremis trova il gol che regala i tre punti ed il primo posto in classifica al Venezia

ALBINOLEFFE-VENEZIA 0-1
83' Ferrari

Vince la nebbia, ma vince soprattutto il Venezia: finisce 0-1 all’Atleti Azzurri d’Italia tra l’Albinoleffe e la squadra di Inzaghi, che ritrova così il primo posto in classifica nel girone B di Lega Pro. Dopo la vittoria del Pordenone in trasferta contro la Feralpisalò, il Venezia doveva per forza vincere il posticipo del lunedì della diciottesima giornata per tornare in testa al campionato. Sofferenza e sacrificio, ma la missione è compiuta: vittoria di misura nel monday night e Venezia che torna lassù, primo in testa al girone B di Lega Pro. Tre punti che portano la squadra di Inzaghi a quota 38, prima in classifica a +1 dal Pordenone primo. E a +5 dalla Reggiana che però mercoledì recupererà la gara contro la Feralpisalò e, con una vittoria, potrebbe avvicinarsi alla vetta.

Gara posticipata di 15 minuti per la fitta nebbia che copre l’Atleti Azzurri d’Italia, ma anche quando inizia la partita ne risente comunque lo spettacolo visto che nel primo quarto d’ora non succede praticamente nulla. Sfida molto equilibrata, la prima occasione è per l’Albinoleffe che ci prova con Giorgione al 31’. Troppo poco per impensierire Facchin. Crescono i padroni di casa, si difende bene il Venezia. Al 45’ è 0-0, ma nel secondo tempo la prima grande chance è per la squadra di Inzaghi: al 59’ occasione per Marsura che dribbla mezza difesa e cerca il gol con un destro sul primo palo, deviato poi in corner. Risponde al 66’ l’Albinoleffe con Gonzi che però calcia largo, poi sulla partita scendono di nuovo nebbia e noia. Pochissime emozioni nonostante i cambi, le due squadre ci provano ma senza crederci troppo. L’ultimo cambio è per il Venezia con Inzaghi che inserisce Ferrari per cercare il gol nei minuti finali. Mossa azzeccata, perché è proprio il nuovo entrato a regalare il vantaggio al Venezia all'83': cross di Galli, torre di Moreno e Ferrari sul secondo palo, tutto solo, batte Nordi e firma l’1-0. Gol decisivo, perché finirà così: 1-0 per la squadra di Inzaghi, che si prende tre punti e primato in classifica. Operazione controsorprasso completata: il Pordenone torna secondo, in vetta al girone B di Lega Pro c’è ancora il Venezia di Super Pippo.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky