13 dicembre 2016

Cinismo e determinazione, il Livorno ora è terzo

print-icon
livorno_lapresse

Il Livorno ha batturo la Cremonese e ha raggiunto in classifica l'Arezzo (La Presse)

Nel posticipo della 18a giornata del girone A di Lega Pro gli amaranto di Foscarini sono riusciti a vincere contro la seconda in classifica ed hanno così raggiunto quota 33, ad una settimana dal derby toscano contro la Pistoiese

Una vittoria importante ottenuta fuori casa contro una squadra forte come la Cremonese. Il Livorno ha numerosi motivi per cui sorridere, oltre al risultato (che gli ha permesso di raggiungere l’Arezzo al terzo posto in classifica a quota 33 punti) la squadra di Foscarini si è resa protagonista di un’ottima prova fatta di organizzazione e di cinismo che l’hanno così portata a soli punti di distanza dall’avversario di serata. Molto soddisfatto l’allenatore degli amaranto, come si può leggere sul sito ufficiale del club toscano: "Siamo riusciti a vincere mettendo in campo la giusta intensità e la voglia di portare a casa i tre punti - ha detto in sala stampa - specialmente nella ripresa".

Bene Marchi - "Nei primi quarantacinque minuti di gioco abbiamo dato troppo spazio alla Cremonese ma poi, con maggiore equilibrio e grinta abbiamo avuto la meglio. Obiettivo attuale? Dobbiamo continuare a pensare di partita in partita, abbiamo vinto una gara importante ed anche il gruppo si è reso conto che stiamo crescendo e migliorando. L'esultanza finale, tutti uniti e abbracciati, è il simbolo di una ricostruzione che sta arrivando passo dopo passo. Siamo un gruppo solido". In mezzo alla nebbia dello stadio Zini a brillare particolarmente è stato il centrocampista Alessandro Marchi: tanta corsa, un avvio un po’ in ombra nel tentativo di arginare le iniziative degli avversari ma poi, nel secondi tempo, il grande merito di chiudere una partita in crescendo.

Decisivo Murilo - Lotta su ogni palla e riesce a creare pericoli per gli attaccanti del Livorno. Come lui, anche Andrea Gasbarro - in gol al 66’ - è stato tra i più positivi: "Abbiamo giocato da squadra vera - ha dichiarato poi nel post gara - sono contento per la rete ma quello che conta ora è saperci ripetere. Dobbiamo continuare così perché il difficile viene sempre quando dobbiamo confermarci". Il gol della vittoria, però, è stato di Murilo Mendes che, come su legge ancora sul sito ufficiale dei toscani, è tornato proprio sull’episodio che ha deciso la partita: "La palla è rimasta in area dopo un rimpallo tra Maritato ed un difensore della Cremonese, sono stato veloce e con un pallonetto ho superato il loro portiere. Era fondamentale fare i tre punti". Il Livorno punta ora a confermarsi sul campo e tra le prime posizioni della classifica: non c’è tempo per fermarsi perché domenica, alle ore 20:30, gli amaranto saranno impegnati nel derby toscano contro la Pistoiese.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky