13 dicembre 2016

Lecce, Caturano: "Il mio gol per… Clementino!"

print-icon
Caturano, Lecce

Caturano, attaccante del Lecce (LaPresse)

Salvatore Caturano trascina il Lecce con i suoi gol: "Voglio fare più reti possibili per portare in alto questa squadra. Appagati se chiudiamo al primo posto il girone d’andata? No, c’è la giusta mentalità"

La sua firma l’ha messa anche nel successo sulla Paganese, la dodicesima rete in un campionato che lo vede sempre più protagonista nella cavalcata del Lecce nel Girone C di Lega Pro. Salvatore Caturano segna spesso, spessissimo. Quasi sempre. Dodici gol appunto, tre negli ultimi due incontri, sei punti per il Lecce. E adesso nel mirino c’è già la Fidelis Andria, prossima avversaria della formazione allenata da Pasquale Padalino: "Si tratta di una squadra di tutto rispetto che con le grandi ha sempre fatto risultato ed è in serie positiva da dieci giornate, ma noi dobbiamo giocare come sappiamo, da Lecce, perché abbiamo grande voglia di fare bene. In passato ho giocato ad Andria per pochissimo tempo e gli ho fatto gol giocandoci contro quando ero a Pagani. Spero di potermi ripetere con la maglia del Lecce", firmato Salvatore Caturano. Il gol come ragione di vita, attrazione fatale. "Mi metto sempre a disposizione della squadra, se poi dovesse arrivare il gol sarei doppiamente contento. Fino ad ora ritengo di essere riuscito a dare una mano alla squadra anche grazie ai gol che ho realizzato", le parole dell’attaccante giallorosso in conferenza stampa.

Esultanza speciale - "La valutazione sul mio rendimento la lascio agli altri, personalmente sono soddisfatto di quanto sto facendo per la squadra e la città. Ho voluto fortemente Lecce perché sapevo che sarei venuto in una piazza ambiziosa dove tutti mi stimano. E’ senza dubbio un banco di prova importante per qualsiasi calciatore. Lecce merita ben altri palcoscenici ma per fare il salto di categoria bisogna che tutti, squadra, società e tifoseria, si calino nella realtà della Lega pro. A me non resta che fare più gol possibili per centrare questo storico traguardo. Il Lecce ha un organico molto importante, per cui chi gioca lo fa sempre al 100% delle proprie possibilità. Con Torromino c’è un feeling eccezionale anche fuori dal campo, lui può dare tanto a questa squadra. Preferirei chiudere la prima parte del campionato in vetta, non c’è timore che la squadra possa sentirsi appagata perche allenatore e Società ci hanno trasmesso una certa mentalità”, prosegue Caturano. Che poi svela il perché dell’esultanza particolare dopo il gol alla Paganese nell’ultima giornata di campionato: “Ho esultato mostrando il cappellino del rapper Clementino per ricambiare il bel video messaggio che mi aveva inviato all’inizio del campionato".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky