13 dicembre 2016

Venezia, Inzaghi: "Finalmente torniamo in vetta"

print-icon
10_

L'allenatore del Venezia Inzaghi esulta per il primato ritrovato (Lapresse)

Il Venezia di Inzaghi vince sul campo dell'Albinoleffe e si riporta in vetta al girone B di Lega Pro. L'allenatore dei veneti chiede 'un Penzo tutto esaurito' in vista del prossimo match contro la Maceratese

Tre punti e primato del girone B di Lega Pro per il Venezia di Filippo Inzaghi che dopo il ko casalingo nel derby contro il Padova ha sempre e solo vinto. Sempre e solo per uno a zero. Così l’allenatore dei veneti, nel post: “E’ una vittoria che vale doppio. L’Albinoleffe è una squadra ostica e abbiamo capito il perché in casa avesse perso solo contro il Gubbio. Siamo stati bravi a soffrire, non che abbiamo sofferto tantissimo però abbiamo sicuramente creato poco. Nel secondo tempo ho avvicinato le due punte e credo che la squadra abbia meritato i tre punti finali. Finalmente torniamo in testa alla classifica. Mi auguro che domenica contro la Maceratese - giocando alle 16.30 - ci sia lo stadio esaurito. Questa squadra merita la sua gente, in questo momento. Questi ragazzi meritano uno stadio vero, domenica, come contro il Padova. Perché sarà una partita difficile e vogliamo proseguire su questa strada".

Difesa super e grande gruppo - "La forza del Venezia è il gruppo perché posso contare su chiunque. Bene la difesa che non prende mai gol. Contentissimo per Ferrari, speravo nel suo gol, se lo meritava perché lavora sempre al massimo. Ferrari si fa voler bene da tutti, e credo che il gol di oggi gli faccia bene per il futuro: noi abbiamo bisogno dei suoi gol. Vincere in uno stadio del genere ti dà forza e morale. Godiamoci questo primato ma occhio, bisogna confermarsi domenica dopo domenica perché dietro non molla nessuno. Abbiamo una condizione fisica ottima, siamo sempre in grado di fare la differenza nella seconda parte. L’uno a zero dicono sia il risultato perfetto…. siamo la miglior difesa del campionato. Chi ha la miglior difesa, vince. Poi i miei attaccanti - che non cambierei con nessun’altra squadra - hanno sempre fatto gol quindi non mi sono mai preoccupato. Con una rosa così posso anche dire di essere un allenatore fortunato. Dedichiamo la vittoria a Edera, che ha avuto un lutto importante proprio nel giorno della partita: gli è mancato il nonno a cui era molto legato. Ma lui ha voluto restare con noi e lo ringrazio per questo". 

 

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky