16 dicembre 2016

Rigoli: "Tutte le partite per noi sono finali"

print-icon
pino_rigoli_Catania_lapresse

Pino Rigoli, allenatore del Catania (La Presse)

I rossazzurri proveranno a riprendere il loro cammino verso i playoff dopo la battuta d’arresto contro il Siracusa. Al Massimino arriva la Casertana. L’allenatore: "Domenica abbiamo fatto la miglior partita della stagione e la squadra sta bene. Sono fiducioso, nessuna preoccupazione"

Archiviata la delusione per la sconfitta contro il Siracusa nell’ultimo turno del girone C di Lega Pro, il Catania è pronto a tornare in campo. Domani i rossazzurri affronteranno la Casertana in casa; al Massimino la squadra siciliana ha - da inizio stagione - un’ottima media risultati ed è riuscita a mostrare ottime cose anche per quello che riguarda il gioco. Anche di questo ha parlato Pino Rigoli nella classica conferenza stampa pre match: "La squadra sta bene - ha dichiarato l’allenatore - a parte qualche defezione questa settimana ci siamo allenati bene ed abbiamo lavorato tanto. Sono abbastanza fiducioso e non mi preoccupa nulla in particolare in vista della gara di domani. I ragazzi hanno dimenticato immediatamente la battuta d’arresto di Siracusa, tutti ci siamo soffermati poco su quella partita in questi giorni proprio perché la nostra mente da subito si è rivolta alla Casertana".

"Abbiamo visionato la formazione campana - ha aggiunto - loro giocano un buon calcio e sono organizzati con il loto pressing alto; a centrocampo Rajcic fa la differenza mentre in l’attacco recuperano una pedina importante come Giannone. Comunque penso che possediamo tutte le carte in regola per fare risultato giocando come abbiamo fatto nelle ultime gare. Fare bene è fondamentale, sarà una gara importante perché per noi tutte le partite sono come finali. Cercheremo di raccogliere il massimo risultato. Il terreno di gioco? Magari troveremo il campo un po’ allentato, ma penso che resti un’eccellenza per la Lega Pro".

Passando poi a parlare della formazione e dei calciatori a disposizione, Rigoli ha aggiunto: "Barisic si è allena con il gruppo solo da ieri, ha recuperato bene dall’infortunio ed è in condizione per sostenere i 90 minuti. Anastasi, invece, ha una forte contusione al torace e gli serve il tempo necessario per assorbirla e riprendere la normale attività. A Siracusa il Catania ha disputato, forse, la migliore prestazione esterna in trasferta sotto il profilo dell’intensità, delle occasioni create e del volume di gioco espresso. Purtroppo però la palla non è mai entrata ed è mancato solo questo; Mazzarani al centro dell’attacco mi ha dato risposte positive soprattutto in termini di mobilità. Di Grazia, invece, ad inizio match ha fatto un errore di valutazione calciando sul primo palo. Può succedere proveremo ad essere più concreti".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky