18 dicembre 2016

Lega Pro, gir. A: i risultati della 19a giornata

print-icon
foscarini_livorno

Claudio Foscarini, allenatore del Livorno (La Presse)

Pareggia l’Alessandria capolista - fermata sullo 0-0 dal Pontedera - e la Cremonese ne approfitta. Perde invece l’Arezzo contro l’Olbia. Ok Giana e Livorno, stop Carrarese e Piacenza. In fondo alla classifica il Prato supera il Racing Roma, Pro Piacenza-Robur Siena rinviata per nebbia

Il diciannovesimo turno del girone A di Lega Pro permette alla Cremonese di avvicinarsi alla capolista Alessandria, fermata sullo 0-0 in casa del Pontedera. Ora sono otto i punti che separano la prima dalla seconda in classifica. Subito dietro, il posticipo regala i tre punti al Livorno mentre l’Arezzo viene sconfitto dall’Olbia. Non si è giocata invece la sfida tra Pro Piacenza e Robur Siena, rinviata a data da definire per scarsa visibilità causa nebbia. Vince il Prato, che non è più ultimo in classifica dopo aver superato il Racing Roma (sconfitto dalla seconda in classifica e sempre fermo a 11 punti).

Pareggio Alessandria, vince la Cremonese - I grigi di Piero Braglia tornano in campo dopo il 3-0 alla Lupa Roma e per affrontare il Pontedera; il primo tempo è combattuto, la gara parte a ritmo elevato ed entrambe le squadre hanno occasioni importanti. Già al 3' il capocannoniere Gonzalez colpisce una traversa, gli avversari rispondono e in chiusura arriva il secondo legno per l’Alessandra, questa volta con Mezavilla. Nella ripresa il ritmo si abbassa e i piemontesi colpiscono anche un palo con Cazzola ma non riescono a sbloccare il risultato: al Mannucci finisce 0-0, il Pontedera sale a 19 punti e si avvicina così al derby con il Siena. L’Alessandria - a 47 punti - vede così avvicinarsi la Cremonese, che abbatte il Racing Roma per 3-0. Due reti nel primo tempo e una nel secondo con la doppietta di Scarsella che firmano così una gara dominata; la squadra di Giannichedda non riesce a concretizzare l’unica occasione creata con De Sousa e nel prossimo turno affronterà il Livorno.

Stop Arezzo, a Piacenza non si gioca - Si ferma l’Arezzo quarto in classifica, sconfitto dall’Olbia per 2-0. Di Capello e Ragatzu i gol decisivi in una partita decisa nella prima frazione di gioco: i toscani partono bene ma subiscono due reti in pochi minuti che indirizzano la gara fino alla fine; inutile la spinta degli amaranto nel secondo tempo, vincono i sardi (ora con 27 punti in classifica). Dietro di cinque lunghezze c’è la Carrarese, che nella prima partita di questo turno perde 2-1 contro la Lupa Roma: a fare la differenza sono stati la differenza di cattiveria e il miglior gioco della Lupa - salita a 16 punti in classifica - avanti con i gol di Baldassin e Fofana prima dell’inutile gol di Benedini. Non si è giocata invece la gara tra Pro Piacenza e Robur Siena; troppa nebbia al Garilli, impossibile scendere in campo. Dispiaciuto il tecnico dei bianconeri: “Eravamo carichi e volevamo giocare. Siamo amareggiati anche per i nostri tifosi che ci hanno seguito”.

Colpo Prato contro il Piacenza -
Finisce 1-0 per il Renate la partita con il Tuttocuoio, decide il gol di Dragoni. La squadra di Luciano Foschi prima si rende pericolosa con Scaccabarozzi e Marzeglia, poi grazie alla spinta sulle fasce riesce a sbloccare il risultato ad 8’ dalla fine. Nel secondo tempo non sono molte le occasioni della squadra ospite, che è poco incisiva e resta così ferma a 18 punti. Così come il Renate - che nel prossimo turno affronterà l’Olbia, il 23 dicembre - anche il Piacenza si trova a 29 punti in classifica, fermo dopo la sconfitta per 1-0 subita dal Prato. Uno scivolone firmato Tomi, che al 18’ segna su punizione e permette alla sua squadra di lasciare l’ultimo posto in classifica. Un vantaggio trovato già in superiorità numerica a causa dell’espulsione del portiere piacentino Miori. Con un uomo in meno e un gol di svantaggio non arriva la reazione dei biancorossi, che chiudono dunque il girone d’andata con una sconfitta e proveranno a ripartire contro la Lucchese.

Ok Giana e Viterbese - Vince anche la Giana (2-1 contro la Lucchese), a segno con Marotta al 16’ poi raggiunta da Zecchinato all’81’. Il match si decide nel recupero, quanto Bruno segna al secondo minuto di recupero e mette così fine alla striscia di nove partite consecutive senza sconfitta. Dopo quattro gare senza vincere i lombardi salgono a 27 punti, i ragazzi di Galderisi rimangano a 28 ad una settimana dall’appuntamento contro il Piacenza. Cinque gol nel match tra Viterbese e Como, alla fine ad avere la meglio sono i gialloblù che - dopo un primo tempo sull’1-1, gol di Belcastro e Chinellato - superano gli avversari grazie alle reti nella ripresa di Bernardo e Neglia. Per il Como segna anche Cristiani, in un secondo tempo divertente e ricco di occasioni. Infine, nell’ultima gara di giornata, il Livorno vince contro la Pistoiese e si porta a 36 punti. Di Rossini, Venitucci e Cellini i gol del 3-0 finale, con gli amaranto ora terzi da soli ad una settinama dalla sfida contro l'Alessandria.  

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky