19 dicembre 2016

Il derby è gialloblù: super Parma e Reggiana ko

print-icon
fes

Il Parma festeggia a fine gara con una foto di gruppo (Getty)

Dopo vent'anni riecco il tanto atteso derby emiliano. Vicono due a zero i ragazzi di D'Aversa. Tensione prima, durante e dopo la gara. Ma la festa è solo gialloblù

REGGIANA-PARMA 0-2
Giorgino 23', Baraye 29'

Il derby emiliano con la Reggiana inizia male per il Parma, ancor prima del fischio d'inizio perché la sassaiola che colpisce il pullman dei ragazzi di D'Aversa si fa sentire eccome. Alla fine, il Parma chiude lo spogliatoio del Mapei Stadium con una bella foto di gruppo dal sapore trionfante, esaltata dalla passione dei tremila tifosi gialloblù che non hanno mai fatto mancare il proprio supporto. 

La partita - Il derby emiliano mancava da vent'anni. E si è sentito. Aria pesante e tensione. Prima, durante e dopo. Pressione che non hanno percepito i ragazzi di D'Aversa, bravi a chiudere la gara già nel primo tempo dopo 45 minuti pressoché perfetti: parte forte la Reggiana, con veemenza e fisico, ma segna il Parma grazie a Giorgino bravo a buttarla dentro in tap-in dopo un miracolo di Perilli su Calaiò. I granata accusano il colpo e dopo pochi minuti subiscono addirittura il raddoppio firmato Baraye. Nel secondo tempo l'allenatore della Reggiana Colucci prova a dare una scossa ai suoi con due cambi di alto livello: dentro Cesarini e Marchi per Nolè e Guidone. E la pressione dei padroni di casa si fa sentire, almeno inizialmente. Perché poi è ancora il Parma - bravo a difendersi con ordine - ad andare vicino al gol, ancora con Baraye.

Festa Parma - Il posticipo della 19.a giornata del girone B di Lega Pro finisce 2-0 per un Parma che ha dimostrato carattere e personalità, cuore e sacrificio: e classifica che adesso sorride con la squadra di D'Aversa che sale a quota 33, in quarta posizione a pari punti con il Padova. Tre punti che però valgono molto di più, e non perché la Reggiana fosse terza a 36. Ma perché di derby si trattava. Un derby emiliano che mancava da vent'anni. 

L'allenatore della Reggiana Colucci al termine del match - "Col Parma era una gara importante, forse abbiamo pagato la tensione accumulata in questi mesi. Facciamo i complimenti al Parma”. La reazione nella ripresa. “Sì, c’è stata la reazione, forse un po’ più di cuore e meno di tecnica. Facciamo il mea culpa e pensiamo già al Bassano. Il calcio è uno sport collettivo: quando perdi i rimbalzi, alla fine paghi. Qualche giocatore era anche contratto. Attraverso il lavoro miglioreremo”.

L'allenatore del Parma D'Aversa al termine del match - "In settimana avevamo detto che questa poteva essere la partita della svolta per affrontare al meglio il girone di ritorno. Ci auguriamo sia così. La mia squadra è rimasta compatta fino alla fine. Alcuni non stavano benissimo, ma hanno stretto i denti sino al 90’. Penso che la vittoria sia meritata per quanto creato. Devo dire che i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro”.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky