22 dicembre 2016

Foggia e Lecce frenano, pari con Andria e Monopoli

print-icon
Salvatore Caturano - Lecce

L'esultanza di Salvatore Caturano che aveva riportato in vantaggio il Lecce (foto Lapresse)

Al Via del Mare succede quasi di tutto, con continui ribaltoni nel risultato. Alla fine finisce 3-3, la squadra di Padalino rischia adesso il sorpasso del Matera. In trasferta, invece, il Foggia di Stroppa pareggia in 10 con l'espulsione di Empereur

Eccole, le prime sorprese di giornata. Il girone di ritorno inizia con la frenata di una delle due capolista e di un’inseguitrice: succede tutto in Puglia, la 20a giornata del girone C di Lega Pro continua qui. E continua al Via del Mare dove il Lecce di Padalino si ferma sul 3-3 contro il Monopoli al termine di una partita pazzesca. Ad Andria, invece, il Foggia (in 10 uomini) non va oltre l’1-1 con la Fidelis di Favarin. Per Matera e Juve Stabia, adesso, la grande chance in classifica. Soprattutto per la squadra di Auteri che, battendo il Taranto nel posticipo, potrebbe andare da sola al primo posto in testa al girone C di Lega Pro. E sarebbe un fantastico Natale per il Matera.

ANDRIA-FOGGIA 1-1

36’ Agnelli (F), 82’ Tartaglia (A)

La Puglia al centro del girone C di Lega Pro, si comincia da Andria, dove il Foggia frena nel finale e spreca un’altra grande occasione. Soltanto un punto per la squadra di Stroppa in trasferta, un pareggio che porta momentaneamente i rossoneri al terzo posto con 38 punti ma in attesa della Juve Stabia che giocherà contro il Catania. Parte benissimo il Foggia che domina quasi tutto il primo tempo, crea tante occasioni da rete e trova il vantaggio al 36’ con il gol di Agnelli che firma l’1-0 e fa volare gli ospiti. Ma non è finita: l’Andria reagisce e nel secondo tempo si rende più volte pericoloso, al 67’ viene espulso Empereur nel Foggia ed è l’episodio che cambia la partita. Assalto finale della squadra di Auteri che all’82’ trova il pareggio con Tartaglia che di testa batte Guarna e porta il risultato sull’1-1. Finisce così: un punto a testa e tanta delusione per un Foggia che rischia di ritrovarsi al quarto posto dietro a Matera, Lecce e Juve Stabia. Per l’Andria, un pareggio che smuove la classifica e tiene accese le speranze playoff della rivelazione del campionato.

LECCE-MONOPOLI 3-3

30’ Tsonev (L), 38’ e 43’ Montini (M), 47’ Mancosu (L), 55’ Caturano (L), 81’ Gatto (M)

Succede quasi di tutto al Via del Mare. Il Lecce capolista, chiamato ad una vittoria per mantenere il primo posto e sperare in un passo falso del Matera per staccarlo, ospita il Monopoli, in acque tranquille a metà classifica. Il derby pugliese si accende dopo mezz’ora con il gol di Tsonev che al 30’ sblocca la partita con una deviazione fortunata e porta in vantaggio il Lecce. Risponde il Monopoli che in cinque minuti pareggia e firma il sorpasso con la doppietta di Montini in rete al 38’ e al 43’. All’intervallo si va così, nella ripresa la squadra di Padalino fa di tutto e di più. Bello e cattivo tempo. Mancosu firma subito il pareggio al 47’, Caturano riporta avanti il Lecce al 55’ con il gol del 3-2. Poi, all’81’, il solito errore di superficialità dei giallorossi che subiscono il 3-3 di Gatto e si devono accontentare così di un solo punto. E adesso il Matera, con un successo sul Taranto, può portarsi da sola al primo posto.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky