28 dicembre 2016

Reggina, Zeman: "Più tranquilli, voglio carattere"

print-icon
zeman_reggina_lapresse

Karel Zeman, allenatore della Reggina (La Presse)

L’allenatore è tornato a parlare dell’ultima vittoria e di come questo abbi dato serenità a tutto l’ambiente. Contro il Messina, però, la squadra non dovrà rilassarsi troppo: "Serve la giusta mentalità, altrimenti non ne usciamo vivi"

Messina-Reggina, il derby dello stretto. Lucarelli contro Zeman nella partita della ventunesima giornata del girone C di Lega Pro. Le due formazione si trovano entrambe al sedicesimo posto in classifica con 18 punti conquistati - e con la stessa differenza reti - ed hanno bisogno di vincere per allontanarsi dalle zone della classifica. Gli amaranto hanno vinto nell’ultima sfida contro l’Unicusano Fondi (ritrovando i tre punti dopo undici partite di campionato). I giallorossi invece arrivano dalla sconfitta per 2-0 nel derby con Siracusa, un insuccesso che ha fatto molto arrabbiare l’allenatore. La Reggina sa che per mantenere la serenità ritrovata nell’ultimo servirà continuità e anche di questo ha parlato l’allenatore nella classica conferenza stampa della vigilia.

Match intenso -
"Non dobbiamo pensare ai pochi tifosi che ci seguono allo stadio - ha detto Zeman - io e la squadra dovremo pensare solo a fare una grande partita. Il Messina è una squadra di qualità e  probabilmente ha dei problemi che noi non conosciamo. La sfuriata di Lucarelli? Non credo che abbiano caricato la squadra. Anzi, quando i calciatori sentono di non avere la fiducia dell’allenatore tendono a dare di meno. Per noi comunque quella di domani è una gara estremamente importante, dovremo approcciare bene, senza essere rilassati ma arrabbiati neri. Mi aspetto un match intenso da parte nostra, ma sopratutto voglio vedere un po’ di calcio. Due punte insieme? Si possono mettere anche quattro punte insieme…".

Serve la giusta mentalità -
"Vincere una partita per noi ha avuto un significato molto importante e quando in passato abbiamo cambiato qualcosa, lo abbiamo fatto perché abbiamo avuto delle difficoltà che dovevamo provare a risolvere. Nel secondo tempo contro il Fondi ci siamo fatti valere soprattutto dal punto di vista atletico mentre nella prima frazione abbiamo giocato un buon calcio ed è così che dobbiamo continuare a fare. Tutto è possibile, quello che conta è allenarsi sempre bene per riuscire a proporre un certo tipo di calcio. Siamo più tranquilli ma dobbiamo pensare di averle perse tutti per avere la giusta mentalità, altrimenti non ne usciamo vivi. In passato ci sono stati cali di tensione ma spero che l’importanza che questa partita ha per i tifosi possa farci rendere al meglio anche dal punto di vista caratteriale", ha concluso.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky