29 gennaio 2017

Lega Pro, gir. A: i risultati della 23a giornata

print-icon
Stefano Sottili - Arezzo

Stefano Sottili, allenatore dell'Arezzo (lapresse)

La 23a del Girone A di Lega Pro è una giornata di sorprese. Cadono tutte le prime tre in classifica, Alessandria, Cremonese e Livorno: ad approfittarne è l'Arezzo, ora appaiato al trenino di testa. In fondo vittoria importantissima del Prato, 3-0 alla Carrarese diretta rivale per la salvezza

Cremonese KO - Uno dei risultati più inaspettati della 23a giornata di Lega Pro è certamente la sconfitta della Cremonese sul campo della Giana Erminio. Partita incredibile, ribaltata in un minuto nel tempo di recupero: uomini di Tesser avanti al 45’ con Scappini, ripresi poi dopo il 90’ dall’uno-duo della squadra di Albè firmato Perico-Marotta. Cade, dunque, la seconda della classe, mentre il club di Gorgonzola si afferma in piena zona playoff. Come in zona playoff resta il Renate, che batte senza fatica l’ultima della classifica, il Racing Roma: 2-0 finale opera di Scaccabarozzi e Palma, con i lombardi che restano stabili al quinto posto. Respira invece la Pro Piacenza, vincente contro l’Olbia, ora solo 5 punti sopra biancorossi: il 2-0 (a segno Barba e Musetti) è netto e la squadra allenata dall’ex Monza Pea si tira per ora fuori dalla zona calda della classifica. Sempre nel turno delle 15.00 importante il successo della Viterbese, che vince di misura sul Piacenza, diretta rivale per la zona playoff.

Cadono le grandi - Non solo Cremonese ko, perchè escono sconfitte dalla 23a di Lega Pro anche Alessandria e Livorno. Giù le prime tre, mentre si avvicinano le inseguitrici. A partire dall’Arezzo, che riaggancia, grazie a un’importantissima vittoria contro l’Alessandria prima, il trenino del secondo posto. Granata ora a 45 punti, gli stessi del Livorno; Cremonese distante, invece, appena una lunghezza. Nonostante la sconfitta 1-0 firmata Polidori, dunque, i piemontesi possono comunque dormire sonni tranquilli: il vantaggio resta sempre di 7 punti sulle inseguitrici. Il Livorno di Foscarini è quindi tra le scontente di giornata: è pesante il ko casalingo per 2-1 contro il Como, che ora vede i playoff. A nulla è servito il gol di Jelenic nel finale, Di Quinzio e Pessina stendono gli amaranto. Festeggia anche il Prato penultimo, vincente 3-0 nel derby toscano contro la Carrarese: la doppietta di Ciccio Tavano e il gol di Tomi allontanano l’ultima posizione (occupata dalla Racing Roma, a -3) e avvicinano il treno delle squadre in lotta per la salvezza, ora distante cinque punti. In tal senso fondamentale la vittoria della Lupa Roma nel turno delle 17.30, che grazie al 2-1 sulla Robur Siena si tira un po' fuori dai guai e si porta a 22 punti, gli stessi del Tuttocuoio (sconfitto venerdì 3-1 dalla Lucchese) che - a oggi - sarebbe salvo. Nella sfida delle 18.30 la Pistoiese in 10 uomini impatta nel finale 2-2 con il Pontedera.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky