11 febbraio 2017

Lega Pro, gir. C: i risultati della 25a giornata

print-icon
Salvatore Caturano - Lecce

Salvatore Caturano, attaccante del Lecce (Lapresse)

Il Lecce vince e sale al primo posto. Successi anche per Paganese, Andria e Taranto. Cadono Monopoli e Casertana, tutti i risultati di giornata

Altro giro, altro weekend di Lega Pro. 25esima giornata del girone C, tante nuove emozioni e infine sì, una bella conferma: il Lecce vince ancora e resta al primo posto (52 punti, due di vantaggio sul Foggia). Obiettivo promozione per i ragazzi di Pasquale Padalino. Lassù, in vetta da soli. La Juve Stabia, infine, pareggia in casa col Fondi e perde due punti importantissimi. Ma andiamo per gradi, ecco tutto quello che è successo sui campi del girone C di Lega Pro. 

Lecce di nuovo primo, cade il Foggia - Dicevamo dei giallorossi? Ah sì, sempre primi. Vittoria per 2-1 contro un ottimo Siracusa. Decidono le reti di Caturano (sedicesima stagionale, sempre più capocannoniere) e Malerba. Il gol di Elio De Silvestro - arrivato a gennaio dall'Ancona - illude e basta. Siracusa sconfitto, è un solo punto dalla zona playoff. E il Lecce vola via. Il Foggia? Cade a sorpresa contro il Taranto e resta al secondo posto, lasciando il primato ai giallorossi. Secco 2-0, segnano Magnaghi e De Giorgi. Col Taranto che ottiene punti importantissimi per la lotta alla salvezza (ad oggi sono fuori dalla zona playout). 

Vincono Paganese e Vibonese - Vittoria importante per i calabresi, importantissima. Soprattutto in chiave salvezza. In trasferta poi, contro la Casertana di Rajcic e compagni. Secco 1-2 in rimonta con reti di Sowe e Piroska, Campilongo soddisfatto, soprattutto perché - con questi tre punti - la Vibonese sale a 19 e può respirare. Certo, è sempre penultima. La salvezza resta l'obiettivo primario, anche se difficile. Esperienza e difficoltà del girone. Ma una vittoria fa sempre bene. Tre punti fondamentali anche per la Paganese, 2-0 al Monopoli in trasferta. Decidono Ciccarelli e Della Corte, i ragazzi di Grassadonia balzano a 27 punti.

Melfi KO, tre punti per il Messina - La Fidelis Andria di Favarin non si ferma, vince ancora e sale a 37 punti. Niente da fare per il Melfi, ultimo a 17 punti, superato dalla Vibonese. Il gol di Marano illude i suoi, ma le reti di Croce e Cianci lanciano la Fidelis al settimo posto (cinque punti di vantaggio sul Siracusa, ad ora fuori dalla zona playoff). Bella prova dell'Andria, il Melfi cade ancora. E il Messina? Sfida sentita col Catanzaro, ma Lucarelli ha la meglio. In casa, al San Filippo, coi propri tifosi. Spinta in più per i tre punti, arrivati in rimonta grazie ai gol di Anastasi e Gladestony (entrambe nel secondo tempo). Catanzaro sconfitto e sempre 17esimo, mentre il Messina guadagna punti importanti - 27 - per la lotta alla salvezza. Si continua a sperare.

Pareggio tra Juve Stabia e Fondi - Apre Inzillo, chiude Giannone. Fontana-Pochesci, è pareggio. Tra Juve Stabia e Fondi due gol e un solo punto per entrambe, coi gialloneri bravi a passare in vantaggio col già citato Inzillo, ma non altrettanto a mantenere il risultato. A 10' dalla fine, infatti, pareggia Luca Giannone, arrivato a gennaio dalla Casertana. Due punti "persi" per la Juve Stabia quindi, sempre al quarto posto a -4 dal Matera. Comunque in zona playoff. Inzillo sugli scudi, settimo gol stagionale per l'ex attaccante del Messina. Il Fondi, invece, ottiene un buon punto e aggancia il Catania a 35 (nono posto). Decisivo Giannone, seconda rete in campionato per la punta classe '89. Pochesci soddisfatto, Juve Stabia sicuramente meno.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky