18 febbraio 2017

Venezia, Inzaghi: "Fino alla fine tutte finali"

print-icon
Filippo Inzaghi - Venezia

Filippo Inzaghi, allenatore del Venezia (Getty)

Partita fondamentale per i ragazzi di Superpippo, c'è il Pordenone al Penzo. Sfida decisiva per la classifica: "Giochiamo davanti al nostro pubblico, ci troviamo in una buona condizione fisica e mentale, siamo sereni"

"Da qui alla fine, tutte finali". Col Pordenone si fa sul serio, parola di Inzaghi e di tutto il Venezia. Vincendo, infatti, Geijo&co andrebbero a più 10 sulle inseguitrici. Un bel vantaggio, senza dubbio. E in conferenza stampa Inzaghi è stato chiaro: "E' una partita importante, giochiamo davanti al nostro pubblico, ci troviamo in una buona condizione fisica e mentale, siamo sereni". Occhio al campionato, ma anche semifinale di Coppa Italia Lega Pro contro il Padova: "Adesso pensiamo esclusivamente al Pordenone. Speriamo che lo stadio sia pieno di tifosi. Se non lo fosse non lo capirei, perché i ragazzi come sempre daranno il cuore”. Sui singoli: "Gli attaccanti li vedo bene, la forza del gruppo però sta in tutti gli effettivi. Arrivati a questo punto, credo che sia possibile giocarci traguardi ambiziosi, che forse, nel mese di luglio scorso, erano impensabili”. Sul girone equilibrato, tra i più difficili: "Non so se è meglio giocare prima o dopo, a volte potrebbe essere meglio giocare dopo, quando si conoscono i risultati delle altre partite. Il fatto di giocare prima, in tal senso, non ci favorisce".

Sul Pordenone - "Le palle inattive sono importanti, come del resto in tutte le partite. Ma cerchiamo di preparare tutti gli aspetti del gioco nel migliore dei modi”. Bisogna vincere staccare tutti: "Contro qualunque squadra sarebbe una partita da vincere. Indubbiamente il Pordenone è un’ottima squadra, ben organizzata, con un ottimo allenatore, è una delle rose più forti del campionato. Noi cercheremo di giocare sulle debolezze altrui, sfruttando le nostre caratteristiche. Con le squadre di alta classifica siamo in vantaggio negli scontri diretti. In casa, mancano le vittorie con le grandi, ma le abbiamo conquistate in trasferta".

"Partiamo bene!" - Continua Inzaghi: "Dobbiamo cercare di partire subito bene, sappiamo in che cosa dobbiamo migliorare e per fortuna finora abbiamo molto spesso ribaltato gli svantaggi”. Differenza rigori? Inzaghi così: “A queste cose non ci tengo. È una statistica, noi pensiamo al calcio giocato, che è la cosa più bella e che, penso, tutti i tifosi vogliano vedere”. Tante disponibilità. “I ragazzi stanno tutti bene, siamo in 24. Dovrò probabilmente mandare qualcuno in tribuna. Non ci sono infortunati, potremmo giocare con due punte vicine o con altro sistema di gioco, questo sarà da valutare. Ma con tante partite in programma nei prossimi giorni, avrò la possibilità di dare a tutti la possibilità di far vedere il proprio valore".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky