23 febbraio 2017

Inzaghi: "Venezia ok, ora manteniamoci in testa"

print-icon
Filippo Inzaghi - Venezia

Filippo Inzaghi, allenatore del Venezia (Getty)

All'Euganeo vien fuori un pareggio, Mazzocco pareggia il gol di Ferrari. Queste le parole dell'allenatore: "Importante fare un gol in trasferta, siamo in vantaggio per la gara di ritorno. Non abbiamo fatto nulla, stiamo attenti"

"Vogliamo la finale!". Inzaghi era stato chiaro in conferenza, l'obiettivo è arrivare in fondo. Contro il Padova all'Euganeo però, in occasione della semifinale di Coppa Italia Lega Pro, è arrivato soltanto un pareggio: apre Ferrari, chiude Mazzocco. Ora il ritorno l'8 marzo al Penzo di Venezia, queste le parole di Filippo Inzaghi in sala stampa dopo la partita: "Fare un gol in trasferta era molto importante, questo risultato ci mette in vantaggio per la partita di ritorno. Però non abbiamo fatto nulla, bisognerà stare attenti. Al Penzo non dobbiamo pensare che ci basterà lo 0-0, ma cercare di vincere la partita. L’unico neo di questa serata è stato il gol subito preso in una fase di possesso. Se fossimo intervenuti probabilmente loro non avrebbero segnato. E’ vero che il Padova aveva solo De Cenco davanti, però noi abbiamo anche avuto una buona gestione della palla, malgrado il campo fosse difficile e la palla batteva male, comunque la mia squadra mi è piaciuta, soprattutto nell’ultimo quarto d’ora/venti minuti ha cercato di vincere la gara, nonostante fossimo sull’1-1. Questa è la mentalità giusta: quella di non accontentarsi. Sicuramente il risultato ci stava bene, ma abbiamo cercato di ottenere l’intera posta in palio fino alla fine. Però adesso portiamoci a casa questo bel risultato, che secondo me è una buona prova, ed ora pensiamo al campionato, a San Benedetto, dove disputeremo un’altra partita molto importante"

"Per andare in B ne dobbiamo vincere 11" - Continua Inzaghi: "Al ritorno dovremo cercare di fare la nostra partita come facciamo sempre. Negli ultimi venti minuti il Padova non pressava, non veniva neanche ad attaccare la nostra area, mentre noi cercavamo si segnare. E' quello che desidero, mi piace questa mentalità, questa voglia. Complimenti a chi ha giocato meno, perché oggi avevamo in campo otto-nove giocatori che hanno giocato poco ma tutti, come pensavo, hanno dato un’ottima risposta, però adesso cerchiamo di recuperare le energie perché domenica prossima sarà un viatico molto importante per il nostro campionato. Sarà una partita complicata e ci vorrà il miglior Venezia per vincere a San Benedetto”. Obiettivo Serie B: "In Lega Pro sono tutte partite pericolose. Noi abbiamo un “bonus” e dobbiamo cercare di portarlo il più avanti possibile. Abbiamo davanti due trasferte complicate, però se vogliamo vincere il campionato, contro una corazzata che è quella del Parma, dobbiamo metterci in testa che, per andare in serie B, dobbiamo vincerne undici e perderne solo una, sperando che sia il più avanti possibile o che non succeda affatto, perché il Parma ha una qualità fuori dalla norma per questo campionato. Questo deve essere il nostro monito, perché dobbiamo essere orgogliosi di essere in testa alla classifica del girone, e pensare che dipende tutto da noi. Se manterremo questo ritmo, sarà difficile prenderci”.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky