22 marzo 2017

Taranto, calciatori e dirigenti aggrediti

print-icon
tar

La formazione del Taranto schierata in campo prima del match contro il Messina (foto LaPresse)

Un gruppo di 30 persone incappucciate ha minacciato ed aggredito giocatori e membri dello staff della società pugliese durante l'allenamento allo stadio "Erasmo Iacovone". Il presidente della Lega Pro rinvia Taranto-Paganese

Alcuni tra giocatori, allenatori e dirigenti del Taranto, società che milita nel campionato di Lega Pro, sono stati minacciati e aggrediti con schiaffi e spintoni durante l'allenamento presso il campo B dello stadio "Erasmo Iacovone". L’agguato è stato compiuto da un gruppo di circa 30 persone incappucciate. Sull'episodio indaga la Polizia.

La condanna
- La società, attraverso una nota ufficiale, "condanna fermamente tale forma di violenza" ed "esprime la propria vicinanza e solidarietà a tutti gli atleti, all'allenatore Salvatore Ciullo, allo staff tecnico e ai dirigenti presenti".

Il rinvio
- La Lega Pro ha deciso di rinviare a data da destinarsi la partita Taranto-Paganese in programma domenica 26 marzo, dopo i gravissimi fatti che hanno portato all'aggressione dei calciatori pugliesi. L'episodio obbliga tutti a riflettere e, a tal fine, il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, porterà il tema nella riunione del Consiglio Federale di lunedì 27 marzo.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky