02 aprile 2017

Venezia, Inzaghi: "Promozione? Ancora non è fatta"

print-icon
Filippo Inzaghi - Venezia

Filippo Inzaghi, allenatore del Venezia (Getty)

Il Venezia vince e convince contro il Sudtirol, ora la Serie B è più vicina: "Occhio però, c'è lo scontro diretto col Padova all'Euganeo. Ero molto fiducioso prima della gara, la squadra stava molto bene"

Ancora il Venezia, sempre il Venezia. Protagonista e vincente, anche dopo la sconfitta col Matera in Coppa Italia Lega Pro. Oggi, però, la reazione immediata in casa del Sudtirol: vittoria per 2-0 e via, ora la promozione è più vicina, specie dopo la sconfitta del Padova contro la Feralpisalò (2-1, doppietta di Bracaletti). Marsura e Garofalo affondano il Sudtirol: "Occhio però, non è ancora fatta per la Serie B". Questo il commento di Inzaghi in sala stampa.

"Non è ancora fatta" - Speriamo che sia un regalo quello della Feralpi, almeno lo è oggi, però abbiamo visto che le partite sono tutte dure, basta considerare che cosa è successo alle altre, anche a noi con il Santarcangelo. Noi venivamo da un filotto incredibile, prima o poi un incontro può anche andare male. Però chiunque gioca, con la voglia che hanno i ragazzi, vedere quelli che stanno in panchina che sono i primi ad esultare per i loro compagni, ha fatto sì che si sia creato qualcosa di speciale, e la gente l’ha capito. Ma non è ancora fatta, l'entusiasmo dei nostri sostenitori era bellissimo, ed io sono contento per i miei ragazzi, perché queste soddisfazioni le ho già provate e sono contento che la gente mi voglia bene".

"Giocheremo fino alla fine" - Continua Inzaghi, il cui percorso è iniziato da lontano: "Siamo partiti il 10 luglio con venti giocatori nuovi, dovevamo creare un gruppo e l'abbiamo creato. Non so come andrà a finire, ma il fatto di rendere la nostra società e i nostri tifosi orgogliosi di noi, era un bell’obiettivo, per il momento è stato centrato. All’inizio dell’anno tutti partono per vincere, però restare in lotta fino all’ultima giornata penso sia già un motivo di grande soddisfazione, ci sono squadre blasonate che sono partite come noi ed attualmente si trovano a quindici, anche diciotto punti di distanza, e a questo punto non si giocano più niente. Noi invece ce la giochiamo fino alla fine, e questo è già un primo passo".

"C'è ancora lo scontro diretto col Padova..." - Conclude così: "I punti che abbiamo accumulato aumentano, però abbiamo ancora lo scontro diretto col Padova...". L'augurio di Inzaghi: "Spero che mercoledì, quando ci sarà la partita della stagione contro la Feralpi, lo stadio sia pieno, anche perché i nostri tre punti saranno un mattone importante per la Serie B"

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky