09 maggio 2017

Catania, con la Juve Stabia inizia un altro campionato

print-icon
catania_pulvirenti

Giovanni Pulvirenti, allenatore del Catania, esulta con i suoi calciatori (foto CalcioCatania.it)

I rossazzurri (che hanno chiuso la stagione regolamentare all’11° posto) hanno agganciato in extremis la zona playoff e ora si preparano per la gara che gli permette di sognare ancora la Serie B. Pulvirenti: "Obiettivo che dimostra la compattezza del gruppo"

La stagione regolare del Catania si è conclusa con un pareggio fuori casa contro la Casertana. I rossazzurri sono così riusciti a centrare l'obiettivo minimo stagionale grazie al pareggio per 1-1 tra Lecce e Andria e alla vittoria dell'Unicusano Fondi contro il Catanzaro. Fondamentale per le sorti della squadra di Pulvirenti anche la cavalcata del Matera in Coppa Italia - che ha concesso un posto in più per i play-off che si giocheranno nel prossimo fine settimana. Chiude dunque all’11º posto la squadra siciliana con i suoi 47 punti, il calendario dice ora che domenica alle 15:00 la formazione di Pulvirenti affronterà la Juve Stabia alla Romeo Menti di Castellammare per provare a così a superare la prima fase e continuare a credere nel sogno promozione in Serie B.

Stagione altalenante

Una stagione a due facce e quella dei rossoazzurri, che nella prima metà erano riusciti a conquistare una posizione tranquilla anche grazie all'importante serie di vittorie casalinghe e alle sicurezze che la squadra trovava di settimana in settimana tra le mura di casa; il Massimino che era diventato un vero e proprio fortino ma ha però smesso di essere un fattore nella seconda parte di stagione - quando i calciatori si sono un po' smarriti e la crisi di risultati ha portato la società a cambiare per due volte l’allenatore. Da Rigoli a Petrone, fino alla promozione di Giovanni Pulvirenti che ha così concluso l’annata sulla panchina riuscendo a classificarsi all’undicesimo posto al termine di una partita in cui è successo poco o nulla.

Le parole di Pulvirenti

"Il raggiungimento dei playoff era il nostro obiettivo, sono contento per la società, per i ragazzi e per i tifosi. Abbiamo passato momenti particolarmente difficili, nelle ultime gare abbiamo affrontato partite senza elementi fondamentali sia dal punto di vista tecnico-tattico che mentale e mi riferisco ai vari Bergamelli, Biagianti e Di Cecco”, ha raccontato il tecnico dopo lo 0-0 contro la Casertana. “Pertanto la conquista dei playoff assume un valore ancora più importante. Ci siamo stretti, nelle difficoltà, senza mai mollare e questo è il merito più grande che ci possiamo riconoscere. Oggi più che mai questo obiettivo dimostra la compattezza del gruppo, si sono fatti trovare pronti giocatori che fino a qualche settimana fa erano ai margini ed è merito loro e di tutti quelli che li hanno sempre stimolati. Per quanto riguarda gli infortunati, non so ancora se per la gara contro la Juve Stabia riusciremo a recuperare gli assenti di queste ultime settimane". Un nuovo obiettivo in una seconda fase di stagione in cui il Catania non vuole sbagliare. A Castellammare di Stabia per i rossazzurri inizia un altro campionato.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky