14 maggio 2017

Catania, Pulvirenti: "C’è rammarico, abbiamo dato tutto"

print-icon
pulvirenti_cataniacalcio

Giovanni Pulvirenti, allenatore del Catania (foto CataniaCalcio.it)

Sfuma il sogno promozione in Serie B, l’allenatore rossazzurro: "La delusione viene mitigata dallo spirito ritrovato da parte di questi ragazzi, potevamo segnare nel corso della ripresa e sarebbe stato qualcosa di straordinario. Certi episodi fanno la differenza…"

La stagione del Catania è terminata, la squadra rossazzurra si ferma al primo turno dei playoff. Lo 0-0 del menti di Castellammare premia la Juve Stabia, a fare la differenza è il posizionamento in classifica nella stagione regolamentare nel girone C di Lega Pro. I siciliani, undicesimi, hanno così ceduto il passo ai campani quarti; la squadra di Giovanni Pulvirenti era riuscita a mantenere il match in equilibrio pur dovendo giocare oltre un’ora di gioco in inferiorità numerica per l’espulsione di Parisi. Il Catania non riesce però a segnare, sfuma pertanto il sogno promozione in Serie B.

"Ci davano per morti e sepolti"

Al termine della partita l’allenatore ha espresso tutta la sua delusione per il pareggio ma ha comunque sottolineato lo spirito positivo della squadra: "Quella di oggi è una delusione che viene mitigata dallo spirito ritrovato da parte di questi ragazzi, malgrado le difficoltà e le assenze. Se avessimo vinto contro la Juve Stabia avremmo fatto parlare di noi in questi playoff. Sono rammaricato, è normale, ma tutti ci davano per morti e sepolti. Non commento mai l’operato dell’arbitro, ma ho qualche dubbio soprattutto per quanto riguarda la prima ammonizione di Parisi. Direi che la gestione della gara è stata rivedibile: gli episodi cambiano le partite e l’espulsione, così come il rigore non concesso, hanno fatto la differenza. Bisogna essere più parsimoniosi nella gestione del cartellini”.

"Ci siamo comportati da squadra"

E ancora: "Ero certo del mio gruppo, se non avessimo giocato così tanti minuti in dieci avremmo potuto dire la nostra. Sono comunque orgoglioso". Passando poi a parlare delle scelte di formazione, Pulvirenti ha aggiunto: "Di Grazia fuori? Chi è rimasto in campo ha dato tutto in un ambiente e di fronte a una squadra importante. Noi non abbiamo mai mollato e abbiamo sempre cercato di aggiungere un mattoncino per ricostruire questa casa, avremmo potuto realizzare un tetto importante. Ci siamo comportati da squadra e correndo pochi rischi al cospetto di un avversario dotato di risorse importanti. Per poco non abbiamo fatto gol nel corso della ripresa, sarebbe stato qualcosa di straordinario".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky