13 giugno 2017

Cosenza, Trinchera nuovo ds: ora è ufficiale

print-icon
Statella, Cosenza

Statella, Cosenza (Ph Twitter @CosenzaOfficial)

Dopo la fine del rapporto con Aladino Valoti, la società rossoblù ha annunciato che il ruolo di direttore sportivo verrà ricoperto per le prossime due stagione da Stefano Trinchera

Un sogno Serie B sfumato sul più bello, eliminazione ai quarti di finale playoff di Lega Pro per mano del Pordenone e adesso in casa Cosenza è già tempo di programmare il futuro. In attesa dei nuovi rinforzi in arrivo dal mercato, la società calabrese ha annunciato il nome del nuovo direttore sportivo che prenderà il posto di Aladino Valoti: si stratta di Stefano Trinchera. Ad annunciarlo è lo stesso club rossoblù con una nota ufficiale pubblicata sul proprio sito web: "Sarà Stefano Trinchera il Direttore Sportivo  del  Cosenza Calcio. L’accordo, valido per le prossime due stagioni, è  stato raggiunto oggi pomeriggio al termine di un incontro con il Presidente Eugenio Guarascio e sarà formalizzato nei primi giorni del mese di luglio in concomitanza con la sua presentazione ufficiale agli organi di informazione. Trinchera – una lunga carriera da calciatore in C,  B e in Serie A - ha iniziato la carriera dirigenziale ricoprendo il ruolo di responsabile dell'area tecnica nel Brindisi per passare poi alla Virtus Francavilla. Nella stagione 2015/2016 è stato Direttore Sportivo del Lecce e, nella stagione appena conclusa, ha ricoperto lo stesso ruolo ancora nella Virtus Francavilla".

Il saluto di Valoti

Stefano Trinchera ufficialmente nuovo direttore sportivo del Cosenza, carica ricoperta nell’ultima stagione da Aladino Valoti. L’ormai ex ds rossoblù ha voluto salutare l’intero ambiente con una lettera, ecco il testo integrale: "Buongiorno a tutti,  voglio comunicare la decisione, già anticipata e spiegata qualche settimana fa, di interrompere, con grande dispiacere, il rapporto di lavoro con il Cosenza Calcio per problemi personali. È  stato un percorso di 6 mesi molto intenso, con un carico di emozioni forti, culminate con la partita di domenica al Marulla contro il Pordenone. Mi sarebbe piaciuto moltissimo regalare al popolo rossoblù l’accesso alle finali di Firenze, ma sono lo stesso orgoglioso di essere stato parte integrante di questa entusiasmante cavalcata che ha emozionato una provincia intera. Questo periodo, come anche la mia esperienza da calciatore del Cosenza, mi ha arricchito moltissimo dal punto di vista umano e rimarrà  sempre custodito  nel mio intimo. Per questo intendo ringraziare  la proprietà del Cosenza nella figura del suo presidente Guarascio e la sua famiglia che mi hanno dato fiducia e il massimo supporto nel lavoro. I  dirigenti, gli allenatori, i giocatori,  i componenti della squadra, gli sponsor e, soprattutto, coloro che quotidianamente hanno vissuto con il sottoscritto il campo e la sede e ogni attività di lavoro quotidiana. Purtroppo so di lasciare il Club nel  momento sbagliato  e dopo 6 mesi esaltanti ed intensi professionalmente dove ho sempre cercato di dare il meglio di me.Ma sono convinto che, grazie a quello che la società sta costruendo e allo sforzo di ogni singolo tifoso e di una piazza straordinaria, ci sarà la possibilità di raggiungere i livelli che questa città merita. Sembra impossibile ma questa per me rimarrà sempre  una malattia che non va più via!!!... Grazie e Arrivederci a presto", firmato Aladino Valoti.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky