23 giugno 2017

Fondi, Giannini: "Totti? Se vuole continuare un posto c'è..."

print-icon
Giuseppe Giannini - Fondi

Giuseppe Giannini, allenatore del Fondi (Getty)

Il nuovo allenatore del Fondi si racconta sulla Gazzetta dello Sport: "Non allenavo da due anni. Avevo una voglia matta di tornare in panchina. Adesso sono veramente pronto. Questo progetto mi dà gli stimoli giusti"

Determinato ed ambizioso, anche carico: "Avevo una voglia matta di tornare in panchina!". Dalla Racing Roma al Fondi, dal Libano ad una nuova sfida. Giuseppe Giannini - l'ex "Principe" giallorosso - si racconta sulla Gazzetta dello Sport. Dopo l'esperienza a Latina torna in panchina e lo fa col Fondi in Lega Pro, passato sotto il controllo di Pezone (ex Racing Roma). "Questo progetto mi dà stimoli giusti, ora sono davvero pronto per tornare". 

"Totti? Se vuole continuare un posto c'è..."

Giannini ha parlato così anche di Francesco Totti, invitandolo anche a giocare a Fondi: "Ho provato tanta amarezza. Mi sono rivisto in lui, mi è tornato alla mente quando sono stato io a salutare la Roma. Non è stato facile. Qualunque sarà la sua strada, sono sicuro che farà bene. Francesco ha 40 anni, non ha bisogno dei miei consigli. Ma se gli servisse, sappia che un amico come me sarà sempre a sua disposizione. Poi, se ha ancora voglia di giocare... Di certo io un posto al Fondi glielo trovo. È solo una battuta, ma se ha voglia di divertirsi, sono qui".

"Volevo tornare, sono pronto"

Nuova sfida per Giannini: " "Non allenavo da due anni - continua Giannini sulla Gazzetta dello Sport - avevo una voglia matta di tornare in panchina. Sono pronto. Questo progetto mi dà gli stimoli giusti. Con il presidente Pezone ci siamo trovati subito, ero pronto anche ad allenare il Racing Roma in D. Me la giocherò al meglio". Sulle prospettive e le ambizioni della squadra: "Qui a Fondi ci sono tutti i presupposti per fare bene, anche meglio della scorsa stagione. È ancora presto per parlare di progetti, però c’è voglia di fare qualcosa di importante". Un commento anche su Spalletti, Di Francesco e Ramon Monchi: "Spalletti è un professionista, ha un contratto e deve essere preparato a tutto. Evidentemente pensava che in quei minuti Francesco potesse aiutare la squadra. Io non ci ho visto nulla di strano". La nuova Roma riparte da Di Francesco e Monchi: "Mi piace. Spero arrivino acquisti interessanti. Ma sono sicuro che in società vogliano rinforzare la squadra. Salah e Manolas erano sul mercato da un po’, ora vediamo come verranno reinvestiti i soldi. Magari Rudiger rimarrà, una bella notizia".

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky