03 luglio 2017

Calciomercato, Francavilla: preso Nicolas Delvecchio, figlio di Marco

print-icon
Nicolas Delvecchio - Francavilla

Nicolas Delvecchio, esterno d'attacco della Virtus Francavilla

La squadra di D'Agostino si rinforza: preso il figlio di Marco Delvecchio, esterno d'attacco classe '98 reduce dall'ultima stagione - la prima tra i grandi - con la maglia dell'Anzio, con cui ha segnato 3 reti in 31 presenze

Di padre in figlio, da Delvecchio a... Delvecchio. Stavolta, da Marco a Nicolas. Eh sì, perchè il figlio dell'ex attaccante della Roma passa dall'Anzio alla Virtus Francavilla e firma un biennale. Prima esperienza tra i professionisti per il classe '98, reduce dall'ultima stagione con l'Anzio, dove si è messo in luce con 3 reti in 31 presenze. Voluto da Gaetano D'Agostino - ex allenatore dell'Anzio e oggi proprio al Francavilla - Delvecchio ha firmato un contratto di due anni e si metterà subito a disposizione del nuovo allenatore. L'operazione è stata portata avanti dagli agenti Vitullo e Fracchiola, i fautori dell'affare-Delvecchio. Sul giocatore, infatti, c'erano diversi club di Lega Pro, ma la Virtus Francavilla ha battuto la concorrenza anticipando tutti sul tempo. Delvecchio nuovo rinforzo di D'Agostino, figlio d'arte in Lega Pro. Pronto a una nuova sfida.  

"D'Agostino persona eccezionale"

Bel rapporto tra allenatore e giocatore, Delvecchio lo spiegò così in un'intervista: "Mi fa giocare spesso, ho bisogno di giocare e spero di continuare così. D'Agostino è una persona eccezionale che lavora molto sui dettagli, migliora i giocatori. In allenamento ti prende da parte e ti fa fare esercizi specifici. E' stato lui a volermi ad Anzio, in estate mi ha chiamato ogni giorno e alla fine ho accettato, l'anno scorso ero alla Lupa Roma e ho sfiorato l'esordio in Lega Pro. Ha esperienza, capacità, può migliorarmi molto in vari ambiti, sia caratteriali che tecnici". Poi sul rapporto col padre, ex attaccante della Roma: "Quando gioco male, si arrabbia! Mi sprona, mi motiva, mi induce a migliorarmi. I suoi consigli sono motivo d'orgoglio". Molto difficile stargli dietro mentre corre, Marco è ancora in forma: "Eh, quanto va veloce! D'estate andiamo insieme a fare la preparazione, il suo fisico tiene. Parte e scappa via, devo tenergli testa"

I PIU' VISTI DI OGGI