03 settembre 2017

Cosenza, il ds Trinchera: "Ora zitti e lavoriamo"

print-icon
Trinchera, Cosenza

Trinchera, Cosenza (ph twitter @CosenzaOfficial)

Tanta delusione in casa Cosenza dopo la seconda sconfitta consecutiva in campionato, il direttore sportivo Stefano Trinchera lancia un messaggio chiaro all’ambiente: "Bisogna parlare poco e lavorare tanto". Fontana: "Vicino ai miei ragazzi"

Un inizio di stagione davvero complicato: dopo il ko con il Monopoli nella gara d’esordio, adesso una nuova sconfitta contro la Paganese davanti ai propri tifosi al San Vito. "Si tratta di un momento delicato, iniziare la stagione con due sconfitte è inaspettato per le nostre ambizioni, a mente serena dobbiamo lavorare sul collettivo, il mister e i ragazzi devono trovare le soluzioni adatte, bisogna parlare poco e lavorare tanto. Voglio che i ragazzi ritrovino autostima e serenità, perché chiaramente i risultati di questa settimana possono creare delle conseguenze negative, c’è necessità di fare dei risultati per guardare avanti con ottimismo ed entusiasmo, qualcosa che oggi ci manca", le parole del direttore sportivo del Cosenza Stefano Trinchera.

"Pagati a carissimo prezzo alcuni errori. Voglio stare vicino alla squadra”

Ad analizzare la pesante sconfitta rimediata contro la Paganese (2-0 il finale) arrivano le parole dell’allenatore del Cosenza Fontana: "Abbiamo recitato un mea culpa per quanto concerne l’atteggiamento di Monopoli, con la Paganese siamo scesi in campo cercando di fare una partita forte e di metterli alle corde, purtroppo stiamo pagando tantissimo alcuni errori, non ci premia il risultato ma abbiamo cercato la via del gol più e più volte. Io ho visto una squadra che ha cercato di fare una partita basata su quello che abbiamo studiato, dati che ovviamente arrivavano dalla scorsa gestione: una volta preso il gol non siamo riusciti a riprenderci dal punto di vista del risultato. Gli episodi? L’errore tecnico nel calcio ci sta, un appoggio sbagliato verso il portiere ci sta, così come un errore in appoggio del portiere, chiedo ai ragazzi di continuare a fare ciò che stanno facendo, spesso siamo arrivati sull’esterno ma siamo stati poco concreti: quello che dispiace è che l’errore grossolano non riusciamo a bypassarlo perché lo paghiamo a caro, carissimo prezzo. Adesso voglio stare vicino ai ragazzi, se stasera sono stato sotto la Curva c’è un motivo", ha concluso Fontana.

I PIU' VISTI DI OGGI