28 settembre 2017

Catania, Caccetta: "A Cosenza sarà una battaglia"

print-icon
cac

Secondo posto in classifica e tre vittorie consecutive nel girone C di Serie C, il Catania non vuole fermarsi. Per i rossazzurri di Lucarelli domenica la difficile sfida di Cosenza contro la squadra calabrese, che ha appena cambiato allenatore. A presentare il match in conferenza stampa è stato Cristian Caccetta, ex di turno: "In Calabria sarà una battaglia".

Dare seguito alle ultime tre vittorie consecutive e proseguire nell’inseguimento al Monopoli capolista del girone C di Serie C: è questo l’obiettivo del Catania, che sabato sera affronta in trasferta il Cosenza nella sesta giornata di campionato. Gara parecchio impegnativa per i rossazzurri di Cristiano Lucarelli, che si troveranno di fronte una squadra con assoluta necessità di punti dopo l’arrivo di Braglia in panchina al posto di Fontana. Lo sa bene Cristian Caccetta, ex di turno che ha presentato il match in conferenza stampa: "Contro il Cosenza una sfida abbordabile? Non sono per niente d'accordo – ha detto il centrocampista del Catania -, non dobbiamo assolutamente commettere l’errore di guardare la classifica. La rosa rossoblu è di grande livello, la squadra non sta attraversando un periodo facile ma conosco molti calciatori che giocano lì e sono tutti di grande qualità. Certamente non mi aspettavo il loro avvio di stagione perchè hanno fatto un’ottima campagna acquisti, ma evidentemente qualcosa non ha funzionato. Non dovremo sottovalutare questa gara, il Catania non può farlo a prescindere. Inoltre il Cosenza darà qualcosa in più, sia perché affrontano noi, sia perché il cambio di allenatore è sinonimo di fallimento. Per questo avranno voglia di dimostrare che il peggio è passato. Vorranno uscire da un momento buio e lo vorranno fare nel miglior modo possibile davanti ai propri tifosi: per questo sarà una vera e propria battaglia a livello agonistico".

Nessuna pressione, il morale è alto

E dopo la sfida al Cosenza ci sarà lo scontro con il Monopoli, attuale capolista. Caccetta però ha assicurato di non pensarci: "C’è ancora tempo, aspettiamo domenica e poi inizieremo a pensare alla gara con il Monopoli. Noi adesso stiamo bene, le tre vittorie consecutive ci hanno dato quel morale che ci era un po’ mancato all’inizio della stagione, questo per noi fa la differenza. Se sentiamo la pressione? No, non c’è stata inizialmente e non ci sarà nemmeno adesso. Stiamo pensando partita dopo partita, sappiamo quello che ci aspetta in questa fase della stagione. Contro l’Andria – conclude Caccetta -, ad esempio, sapevamo che sarebbe stato difficile e aver avuto la capacità di segnare al 90° è il segnale che ci crediamo in qualsiasi momento della partita. Da qui in avanti le gare al Massimino saranno quasi sempre così, la maggior parte delle squadre che verranno nel nostro stadio si chiuderanno, quindi toccherà a noi essere bravi e pazienti a sfruttare qualsiasi situazione ci verrà concessa".

I PIU' VISTI DI OGGI