05 novembre 2017

Lecce, Liverani: "Voglio maggiore cattiveria sotto porta"

print-icon
Liverani, Lecce

Liverani, Lecce (Lapresse)

L’allenatore giallorosso commenta il pareggio arrivato in extremis contro la Fidelis Andria: "Voglio maggiore cattiveria sotto porta, dobbiamo sfruttare al meglio le nostre qualità. Bisogna comunque fare i complimenti alla squadra che non ha mollato di un centimetro"

Un pareggio arrivato proprio in extremis su un campo difficile, un punto che permette al Lecce – primo in classifica – di respingere l’assalto del Catania (vincente sul Bisceglie), adesso staccato di 5 punti ma con una partita in meno disputata. Un 1-1, quello firmato da Riccardi al 93’, che allunga la striscia di risultati utili consecutivi del Lecce e che l’allenatore giallorosso Fabio Liverani commenta così: "Dobbiamo sfruttare al meglio le nostre qualità di palleggio, abbiamo tecnica e personalità ed in questa partita purtroppo non le abbiamo messe in campo. Certo, il gol di Riccardi mi è piaciuto per la cattiveria con cui lo ha realizzato, lui ha fatto una gara buona". Una prova non brillantissima, ma un risultato che alla fine sorride al Lecce. "Io farei un applauso a tutta la squadra che non ha mollato di un solo centimetro. Posso dire di avere un gruppo fantastico, che ringrazio per aver lottato fino all’ultimo istante di gara. Se devo fare un appunto dico che ci è mancata cattiveria sotto porta, in questo dobbiamo migliorare", ha concluso Liverani. Che questa mattina ha ritrovato subito la squadra per il primo allenamento – seduta che si è tenuta a porte chiuse a Martignano – in vista della gara con la Casertana in programma martedì alle 18:30 al Via del Mare.

Riccardi: "Dedico il gol alla mia famiglia"

A regalare al Lecce il pareggio contro la Fidelis Andria con una rete arrivata proprio all’ultimo respiro è stato Davide Riccardi. "Un mio errore ha permesso all’Andria di andare in gol ma poi sono riuscito a migliorare la prestazione e sono contento per il risultato. È il mio primo gol tra i professionisti e lo dedico alla mia famiglia. Siamo stati molto uniti dietro nella ripresa. Con Cosenza mi sono trovato molto bene in difesa, ma anche con Marino non ho avuto alcun problema", ha concluso il difensore giallorosso.

I PIU' VISTI DI OGGI