user
14 dicembre 2017

Reggina, Maurizi: "C’è voglia di riscatto, con la Juve Stabia dimostreremo chi siamo"

print-icon
L'allenatore della Reggina Maurizi, foto Lapresse

L'allenatore della Reggina Maurizi, foto Lapresse

L’allenatore della Reggina ha presentato la sfida che attende la Reggina, impegnata in trasferta contro la Juve Stabia per la diciannovesima giornata del campionato di Serie C girone C

Vigilia di campionato per la Reggina che si prepara ad affrontare in trasferta la Juve Stabia. Una partita delicata per gli amaranto, costretti a riscattare il pesante 0-3 incassato contro la Sicula Leonzio. Agenore Maurizi ha tutte le intenzioni di uscire da questo momento negativo, una volontà espressa anche nel corso dell’attesa conferenza stampa: "Quando c'è un problema c'è una soluzione, si possono incontrare difficoltà nella vita e nello sport, ma bisogna conoscere le problematiche e affrontarle. La differenza tra gli uomini è come affrontare queste difficoltà. Quando non si fanno risultati, vuol dire che manca qualcosa. L'esperienza dice sempre che i problemi vengono sempre da lontano. Bisogna capire le cause stesse e affrontiamole con la giusta determinazione e con i "testicoli. La volontà è quella di uscire fuori, vogliamo chiudere il girone d'andata in maniera positiva, abbiamo rabbia. Ho tanta voglia di portare a casa un risultato positivo, siamo tutti molto determinati. Io ho sempre detto che il mio modo di vedere il calcio è quello di fare un gioco di comando. Ho cambiato disposizione in tre casi, a Trapani, a Lecce e domenica scorsa. Andiamo in cerca di certezze, con un gioco predefinito e anche con una disposizione precisa. É vero che non abbiamo comandato molto, ma non é vero che non abbiamo proprio comandato. Dobbiamo tornare a farlo per lunghi tratti delle partite. L'interpretazione di tutte le situazioni é fondamentale in questo sport".

Serve equilibrio

"La squadra ha fatto dei passi in avanti importanti sotto l'aspetto degli allenamenti – prosegue Maurizi - serve solo equilibrio all'interno, non esprimerci per risultati negativi o esaltarci nei momenti positivi. La prestazione di un calciatore é tecnico, tattici, mentale e psicologico. Ho un ottimo rapporto con il nostro capitano. Abbiamo avuto grande fiducia in lui, ci sta che possa avere dei momenti di flessione. Tra le due squadre cambia il momento, loro vengono da due pareggi, hanno un mix tra giovani e esperti, ma non c’è una grossa differenza di valori".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi