user
02 marzo 2018

Reggina, Maurizi: "La Fidelis è una squadra pericolosa, voglio attenzione e concentrazione"

print-icon
L'allenatore Maurizi e il presidente Praticò, foto Instagram Reggina

L'allenatore Maurizi e il presidente Praticò, foto Instagram Reggina

L’allenatore della Reggina ha presentato la sfida con la Fidelis Andria, valida per la ventottesima giornata del campionato di serie C Girone C

Cinque punti di differenza in classifica, con entrambe impegnate nella lotta per evitare i playout. Per questi motivi la gara tra Fidelis Andria e Reggina assume un valore enorme per tutte e due le formazioni, decise a tirarsi fuori il prima possibile da questa situazione. Intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di domani, Maurizi si è soffermato sulle insidie del confronto: "Si tratta di un impegno molto difficile, che affronteremo con la giusta determinazione. La Fidelis è una squadra pericolosa, con pochi fronzoli e molta sostanza. Possiede elementi di categoria, come Abruzzese e Lattanzio, dunque dovremo stare attendi soprattutto a loro. La Camera? Lo conosco bene, è arrivato con voglia e determinazione e se ci sarà la necessità lo utilizzerò. Grazie a lui possiamo migliorare il possesso palla, è bravo nel palleggio, dinamico. Quando arriva un giocatore bravo, sono tutti più contenti, il gruppo può trarre solo beneficio da un elemento così bravo".

Bisogna fare punti

Maurizi poi si concentra sull’atteggiamento da tenere nel corso della partita contro la Fidelis Andria: "La mia squadra deve sempre lottare per il massimo, poi ovviamente devi fare i conti con l’avversario. Se trovi una squadra disposta a giocare allora riesci ad imporre la tua identità, viceversa fai fatica. Raramente, in serie C, si vedono gare come quella di domenica. Certo, l'ideale sarebbe giocare e fare punti. La concorrenza nel gruppo è alta, ho bisogno di calciatori che vadano in campo senza paura e su questo posso ritenermi soddisfatto. Condemi? E’ un calciatore totalmente recuperato, gli manca solo il ritmo gara. Stiamo facendo più amichevoli in settimana per consentire a lui e anche ad altri calciatori di trovare il ritmo gara. Per quanto riguarda i calci piazzati, infine, lavoriamo intensamente in settimana, dobbiamo fare fronte a problemi strutturali. Cosa voglio dire? Se gli avversari saltano in cinque sugli angoli, dobbiamo avere cinque calciatori capaci di marcare in area di rigore e le scelte sono orientate anche a questo aspetto. La squadra ha subito otto delle ultime nove reti su calci piazzati e questo fa capire che bisogna prestare grande attenzione a questo aspetto".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi