user
27 aprile 2018

Catania, Lo Monaco: "Sprecate troppe occasioni, dovremmo sbatterci la testa contro il muro. Ora i Playoff"

print-icon
Pie

L’amministratore delegato rossazzurro ha commentato il cammino della squadra in campionato e ha posto l’attenzione sui playoff: "La sconfitta col Trapani ci ha dato una botta importante, ci mangiamo le mani e dovremmo sbatterci la testa contro il muro per tutte le occasioni che abbiamo delapidato. Ma ora ci sono i playoff, un altro campionato". Intanto si ferma Lodi: lesione di primo grado all’adduttore della gamba sinistra

Discorso promozione diretta ormai archiviato, dopo la sconfitta interna nel derby contro il Trapani per il Catania il sogno di arrivare direttamente in Serie B sembrerebbe definitivamente sfumato. Quattro, a due giornate dal termine del campionato, i punti di vantaggio del Lecce, che vincendo nel prossimo turno contro la Paganese potrebbe festeggiare il salto di categoria. Tante le occasioni sprecate dai rossazzurri, che più volte ha avuto la possibilità di superare i giallorossi in testa alla classifica. Nulla da fare però, per lasciare la Serie C servirà vincere la lotteria dei Playoff: parola di Pietro Lo Monaco, che ha commentato con rammarico gli ultimi risultati della squadra di Lucarelli. "Alla luce di quello che è stato il campionato, giocato alla grande da Catania, Lecce e Trapani, l’ultima sconfitta contro i granata ci ha dato una botta importante. Abbiamo avuto tante opportunità importanti per chiudere il discorso – ha detto l’amministratore delegato del club siciliano in conferenza stampa -, basti pensare alle ultime due partite in casa giocate davanti a quindicimila e diciannovemila persone. Bastava fare sei punti per andare in testa alla classifica, così non è stato. Una cosa però voglio dire: noi non dobbiamo andare in Serie B, noi vogliamo andare in B. E se ce la faremo, avremo fatto un miracolo. Ci mangiamo le mani e dovremmo sbatterci la testa contro il muro per come abbiamo dilapidato le tante occasioni di prendere il volo, ma ormai è andata così. Adesso bisogna pensare ai Playoff, un altro campionato. Vincerli è un terno al Lotto. Facciamo i complimenti al Lecce e restiamo concentrati sui Playoff". 

Si ferma Lodi: lesione di primo grado all’adduttore

In queste ultime due giornate di campionato, intanto, Cristiano Lucarelli sarà costretto a fare a meno di Francesco Lodi. Il centrocampista del Catania ha infatti accusato una lesione di primo grado dell’adduttore della gamba sinistra dopo l’ultimo match contro il Trapani e dovrà stare fuori per quindici giorni, come annunciato dalla stessa società rossazzurra attraverso questa nota apparsa sul proprio sito ufficiale: "La risonanza magnetica, effettuata a seguito dei fastidi accusati dopo la trasformazione del rigore contro il Trapani, ha evidenziato una lesione di primo grado dell'adduttore della gamba sinistra; per il numero 10 rossazzurro, previsti quindici giorni di stop".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi