Caricamento in corso...
24 marzo 2017

Qualificazioni: gol e risultati delle altre gare

print-icon

Nel girone dell'Italia la Spagna batte nettamente Israele e resta in testa appaiata agli Azzurri. La Croazia ringrazia Kalinic: 1-0 all'Ucraina, ne approfitta l'Islanda che si prende il secondo posto. 0-0 tra Irlanda e Galles, doppietta di Nestorovski (e rigore fallito) contro il Liechtenstein  

 

SPAGNA-ISRAELE 4-1 (13' Silva [S], 45' Vitolo [S], 51' Diego Costa [S], 76' Refaelov [I], 88' Isco [S])

Nel girone dell'Italia prosegue senza intoppi la marcia della Spagna, in testa insieme agli Azzurri ma con una miglior differenza reti. Il solito giropalla spagnolo ipnotizza Israele, la cui resistenza dura meno di 15', necessari a Jordi Alba per trovare un assist filtrante (con tunnel all'avversario) con cui pesca David Silva, bravo poi a girare in rete (segnando a sua volta con un tunnel a Marciano). Sbloccata la gara, la squadra di Lopetegui rischia in un paio di occasioni (protagonista Zahavi) ma continua a ricamare alla sua maniera, finché Marciano non le dà una mano: il portiere è tutt'altro che irresistibile sulla girata di Vitolo che manda le squadre negli spogliatoi sul 2-0. Nella ripresa Diego Costa arrotonda di testa, staccando meglio di tutti sul corner battuto da Thiago Alcantara, e solo a quel punto la Spagna allenta la sua morsa. Ne approfitta Refaelov, battendo De Gea dopo aver raccolto una conclusione terminata sul palo, ma la rete di Isco nel finale ristabilisce le distanze e aiuta gli spagnoli a incrementare la differenza reti, che potrebbe rivelarsi decisiva vista la corsa a due in testa al girone.

LIECHTENSTEIN-MACEDONIA 0-3 (43' Nikolov, 68' e 73' Nestorovski)

Doppietta nel giro di 5', 4 gol in 4 gare di qualificazione mondiale. Il grande protagonista della gara tra le due squadre del girone ancora ferme a 0 è Nestorovski, autore di due reti e con un rigore fallito sulla coscienza. La Macedonia muove la sua classifica aprendo grazie a uno spettacolare gol di Nikolov, che poco prima dell'intervallo gira al volo un cross proveniente da sinistra piazzando il pallone sotto l'incrocio; nella ripresa lo show dell'attaccante del Palermo, sempre più leader della sua nazionale, con i due gol che arrotondano il risultato e il "rigoraccio" del possibile 4-0.

Classifica gruppo G: Spagna e Italia 13, Israele 9, Albania 6, Macedonia 3, Liechtenstein 0

 

CROAZIA-UCRAINA 1-0 (38' Kalinic)

Sotto gli occhi di Mourinho, interessato allo squalificato Perisic e secondo i tabloid volato in Croazia per incontrare di persona il giocatore, si gioca lo scontro al vertice del gruppo I. Un monologo, fin dalle prime battute, con la Croazia che sfodera tutta la propria qualità e nel primo tempo crea moltissimo, sprecando altrettanto: vanno vicinissimi al gol Kalinic più volte e Mandzukic (che coglie un palo), finché l'attaccante della Fiorentina non riesce a sfruttare l'occasione meno limpida, inventandosi il gol più difficile con una girata improvvisa e il pallone scaricato sotto la traversa

KOSOVO-ISLANDA 1-2 (25' Sigurdarson [I], 35' rig. Sigurdsson [I], 53' Nuhiu [K])

Punti preziosi per l'Islanda, che approfitta dello scontro al vertice tra Croazia e Ucraina per superare in classifica la squadra di Shevchenko. Dopo lo spavento per la traversa scheggiata da Valon Berisha, arriva il gol del vantaggio: Ujkani respinge sulla conclusione di Sigurdsson, ma Sigurdarson è lesto ad avventarsi sulla palla e a mettere dentro. Il raddoppio arriva su rigore, realizzato dal 10 dell'Islanda, nella ripresa la rete di Nuhiu dimezza lo svantaggio ma non cambia le cose: Islanda seconda, e alla prossima giornata è previsto lo scontro con la Croazia con cui ci si gioca la vetta.

TURCHIA-FINLANDIA 2-0 (9’ e 13’ Tosun)

Dopo aver collezionato due punti nelle prime tre giornate, la squadra di Terim sembra aver trovato la quadra e dà continuità al successo sul Kosovo di novembre proseguendo nella sua rincorsa alle prime posizioni del gruppo I. Protagonista assoluto della vittoria sulla Finlandia è Cenk Tosun, l’attaccante cresciuto in Germania (con la nazionale tedesca ha fatto tutta la trafila delle giovanili, prima di scegliere la Turchia) che sta disputando un’ottima stagione con il Besiktas. Nel primo quarto d’ora indirizza la gara con una doppietta nel giro di 4’: prima insacca da due passi sull’assist (con un tacco volante) di Sahan (9’) e poi si ripete poco dopo di testa, su angolo. La Finlandia prova a scuotersi e per poco non torna in partita quando Hetemaj, il migliore dei suoi, coglie in pieno l’incrocio, ma superato lo spavento per la Turchia si tratta solo di amministrare un successo che la tiene pienamente in corsa, al contrario della Finlandia ferma a un punto in fondo alla classifica.

Classifica gruppo I: Croazia 11, Islanda 10, Ucraina e Turchia 8, Finlandia e Kosovo 1

GEORGIA-SERBIA  1-3 (5’ Katcharava [G], 45’ rig. Tadic [S], 64’ Mitrovic [S], 86' Gacinovic [S])

Il '9' e il '10', ancora una volta: Mitrovic e Tadic. Non è esagerato dire che la Serbia, ultimamente, siano soprattutto loro due, e anche contro la Georgia ne hanno dato dimostrazione. Con la ghiotta occasione dello scontro tra Irlanda e Galles da sfruttare, la Serbia rischia di non approfittarne e va sotto dopo appena 5’. Pochi attimi prima dell’intervallo la raddrizza Tadic, pareggiando su rigore, poi nella ripresa la musica cambia quando Mitrovic, con una girata da attaccante vero trova il 2-1 dal limite dell’area. A interrompere l'egemonia del gol dei due (tutti loro gli ultimi 7 gol della Serbia) ci pensa Gacinovic, che la chiude nel finale. Anche qui, comunque, c'è lo zampino di Tadic, autore dell'assist che lo manda in porta.

IRLANDA-GALLES 0-0

Nessun gol ma tanti cartellini in una gara giocata a viso aperto da due squadre che non si risparmiano interventi spesso al limite, che costringono Rizzoli agli straordinari. Ammoniti McGeady e Meyler da una parte, Ramsey e Bale (era diffidato, salterà la prossima) dall'altra, fino all'inevitabile espulsione di Taylor, autore di un intervento killer con cui spezza una gamba a Coleman, uscito in lacrime e atteso ora da un lungo stop. In mezzo a tanti calci, la miglior giocata è quella di Bale, che a pochi minuti dal termine sfiora il gran gol al termine di una giocata personale pazzesca, tutta in velocità e chiusa con un tiro fulminante dalla distanza, di poco fuori.

AUSTRIA-MOLDOVA 2-0 (75' Sabitzer, 90' Harnik)

Una traversa di Alaba, un gol giustamente annullato ad Arnautovic. La Moldova regge per un tempo, per cedere a 15' dalla fine: il gol di Sabitzer fa crollare il muro, prima del 2-0 allo scadere che conferma l'ultimo posto nel girone per i moldavi.  

Classifica gruppo D: Serbia e Irlanda 11, Austria e Galles 7, Georgia 2, Moldova 1

Tutti i GOL delle qualificazioni mondiali

QUALIFICAZIONI FIFA 2018 - I GOL

Streaming

Eur

GUARDA LE PARTITE

Segui la diretta streaming

Tutti i siti Sky