Caricamento in corso...
31 agosto 2017

Qualificazioni mondiali: tris CR7, Francia ok

print-icon
ron

Con questa rovesciata CR7 ha sbloccato il risultato contro le Isole Far Oer. Il Portogallo ha poi vinto 5-1 (Getty)

Il Portogallo vince 5-1 contro le Far Oer con tripletta di Ronaldo. Bene la Francia: 4-0, all’Olanda, in gol anche Mbappé. Goleada del Belgio: ne fanno 9 a Gibilterra con euro gol di Witsel in rovesciata. Cipro vince in rimonta contro la Bosnia

FRANCIA-OLANDA 4-0

14’ Griezmann, 73’ e 87’ Lemar, 91’ Mbappé

Era la gara più attesa della serata. E la porta a casa la Francia. La nazionale guidata da Didier Deschamps passa in vantaggio al 14’ grazie a Antoine Griezmann. Nel secondo tempo, complice anche l’espulsione di Kevin Strootman, la Francia prende il largo e al 73’ va di nuovo con un tiro potente di Lemar. Che all’87’ porta i galletti sul 3-0. Del neo-Psg Mbappé, al 91’, la rete del definitivo 4-0. Blues primi nel girone A con 16 punti. Ottima Francia, non l’Olanda, che vede così complicarsi ulteriormente il suo cammino verso Russia 2018. Agli Oranje sono mancati i suoi uomini più rappresentativi. A partire da Wesley Sneijder, autore di una prova incolore, tanto da esser sostituito alla fine del primo tempo.

LUSSEMBURGO-BIELORUSSIA 1-0

60’ De Mota

Il Lussemburgo conquista i tre punti battendo la Bielorussia. Gara non bellissima, tra le ultime due del gruppo A. A regalare a vittoria, dopo un primo tempo tattico e bloccato, è De Mota, che al 60’ firma la rete del definitivo 1-0.

BULGARIA-SVEZIA 3-2

12’ Manolev (B), 29’ Lusting (S), 33’ Kostadinov (B), 45’ Berg (S), 79’ Chochev (B)

La Bulgaria allunga, la Svezia la riacciuffa per ben due volte. Poi arriva il definitivo 3-2 per i padroni di casa. Parte bene la Bulgaria, che al 12’ passa in vantaggio con la rete di Manolev. Gol pareggiato al 29’ dallo svedese Lusting. Ma dopo meno di 5’, la Bulgaria si porta ancora in vantaggio grazie alla rete di testa messa a segno da Kostadinov sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra. Berg pareggia al 45’ per la Svezia. Ma al 79’ ci pensa Chochev a regalare i 3 punti alla Bulgaria. Con la sconfitta di Sofia la Svezia lascia alla Francia la testa del Gruppo A.

PORTOGALLO-FAR OER 5-1

3’, 29’ e 64’ C.Ronaldo (P), 38’ Baldvisson (FO), 58’ Carvalho (P), 84’ Oliveira (P)

Portogallo nel segno di Cristiano Ronaldo. Contro le Far Oer è cinquina. CR7 sblocca in avvio. E il gol è pure di pregevole fattura: una mezza rovesciata su cross dalla destra di Bernardo Silva che non lascia scampo al portiere nord europeo. Poi, al 29’, il Pallone d’oro concede il bis trasformando un rigore procurato da Joao Mario. Il divario tra le due nazionali è palese, ma le Isole Far Oer riescono comunque ad accorciare al 38' grazie a Baldvisson. Al 58’ CR7 si trasforma in uomo-assist: suo il cross da cui nasce la rete di Carvaho. Ronaldo serve dal limite dell’area, il numero 14 mette in rete con un preciso colpo di testa. Al 65’ Ronaldo segna il 4-1 e la sua tripletta con un preciso tiro di sinistro. Per CR7 sono 78 reti con la maglia del Portogallo, 14 in questa fase di qualificazione, a +3 su Robert Lewandoski. La gara termina con il gol di Oliveira, che all’84’ fissa sul 5-1. Portogallo secondo a 18 punti nel gruppo B alle spalle della Svizzera.

SVIZZERA-ANDORRA 3-0

43’ e 62’ Seferovic, 68’ Lichtsteiner

A San Gallo protagonista è la pioggia, che ha condizionato la partita. Tante le interruzioni per consentire di rendere il campo più agevole, soprattutto nel primo tempo. Gara spigolosa, quindi. Che viene sbloccata al 43’ da Haris Seferovic, alla sua seconda marcatura in queste qualificazioni.  L’attaccante del Benfica è bravo ad intercettare un cross dell’ex interista Shaqiri e a battere il portiere di Andorra. Seferovic che al 62’ firma anche il doppio vantaggio con un tocco sotto misura. Nel secondo tempo la maggior qualità della squadra di Petkovic viene fuori e al 68’ passa di nuovo con lo juventino Lichtsteiner. 3-0 e testa del gruppo B conservata.

UNGHERIA-LETTONIA 3-1

6’ Kadar (U), 26’ Szalai (U), 40’ Freimais (L), 68’ Solovjovs (aut) (U)

A Budapest la nazionale di casa vince senza problemi contro la Lettonia. Tutto facile per l’Ungheria, che ha sempre tenuto la gara in mano. Il gol del vantaggio al 6’ grazie a Tamas Kadar, difensore della Dinamo Kiev. Al 26’, poi, Adam Szalai, attaccante dell’Hoffenheim, mette a segno il gol del 2-0. A ridare speranze alla Lettonia è la rete di Freimais. Il 3-1 arriva grazie all’autorete di Aleksandrs Solovjovs.

BELGIO-GIBILTERRA 9-0

15’ Mertens, 18’ 60’ e 68’ Meunier, 21’, 38’ e 82’ Lukaku, 27’ Witsel, 45’ Hazard

A Liegi tutto facile per il Belgio. Troppo. E Gibilterra crolla. Ci mettono poco i ragazzi di Roberto Martinez a regolare gli avversari. La difesa di Gibilterra resiste appena un quarto d’ora. Poi, inizia lo show dei Diavoli Rossi. Al 15’, il napoletano Mertens provoca la papera del portiere Deren Ibrahim. Al 18’ Thomas Meunier firma il raddoppio. Di Romelu Lukaku, al 21’, la rete del tris. La cosa più bella della serata avviene al 27’, con il gol del 4-0 firmato da Axsel Witsel con una rovesciata. Gol belgi che diventano cinque al 38' ancora grazie a Lukaku. E non è finita, perché al 45’, poco prima della fine del primo tempo, Hazard segna la rete del 6-0. Fantasista del Chelsea che al 60’ serve a Meunier il 7-0, che dopo poco è autore anche dell’8-0. Tripletta per il giocatore del Psg. Il 9-0, invece, è opera di Lukaku, che all’82’ segna su calcio di rigore: tris anche per lui.

CIPRO-BOSNIA 3-2

33’ Sunjic (B), 44’ Visca (B), 65’ Christofi (C), 67’ Laban (C), 76’ Sotiriou (C)

Pazzo Cipro. Prima subisce, poi recupera e batte la Bosnia in rimonta. Gara tattica e bloccata per gran parte del primo tempo. Sul finire della prima frazione di gioco la musica cambia e gli ospiti prende le misure sugli avversari. Ad aprire le marcature per la Bosnia è il difensore della Dinamo Mosca, Toni Sunjic, bravo a mettere in rete un cross da calcio d’angolo tirato dello juventino. Al 44’ gli ospiti passano di nuovo. Kolasinac inventa, Edin Visca insacca la rete del 2-0 per gli ospiti. Ma non è finita, perché nel secondo tempo si svegliano i padroni di casa. Al 65’ Christofi accorcia le distanze. Mentre al 67’ Laban acciuffa il sospirato pari. Finita? No. Perché al 76 Sotiriou regala 3 punti ai suoi e condanna la Bosnia.

GRECIA-ESTONIA 0-0

Quello di Atene è l’unico 0-0 di giornata. Poche emozioni, nessun gol. Il pari fa salire la Grecia a quota 12 nel gruppo H, seconda alle spalle del Belgio. Lo 0-0 non serve all’Estonia, che sale a 5 punti e si conferma ormai fuori dai giochi per la qualificazione.

I PIU' VISTI DI OGGI