user
09 ottobre 2017

Risultati qualificazioni Mondiali Russia, Islanda e Serbia alla fase finale. Irlanda e Croazia ai playoff

print-icon

L'Islanda fa la storia: è al Mondiale per la prima volta! Anche la Serbia accede alla fase finale, l'Irlanda vince in Galles e si prende un posto ai playoff. La Croazia si impone sul campo dell'Ucraina ed è agli spareggi

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICHE

GIRONE D
 

GALLES-IRLANDA 0-1
57' McClean

Era la partita più attesa nel Regno Unito: Galles e Irlanda si giocavano un posto nel Mondiale al Millennium Stadium di Cardiff e, a sorpresa, sono gli ospiti a conquistare i playoff di novembre. Troppo pesante l’assenza di Gareth Bale, out dopo un infortunio patito proprio con la Nazionale all’inizio del raduno: i gallesi sono partiti bene ma si sono spenti con il passare dei minuti e il gol di James McClean all’inizio del secondo tempo ha definitivamente spezzato il fiato agli uomini di Chris Coleman. L’Irlanda si impone per 1-0 e conquista il secondo posto nel girone che vale un posto agli spareggi per andare in Russia (gli irlandesi superano la Slovacchia nella classifica delle seconde e sono sicuri di essere al playoff).

SERBIA-GEORGIA 1-0
74' Prijovic

Fatica - e non poco - la Serbia, ma alla Marakana Arena di Belgrando arriva la vittoria e la festa per il primato nel gruppo D, che vuol dire qualificazione per i Mondiali di Russia 2018. I serbi faticano a sbloccare la partita contro la Georgia, che resiste oltre 70 minuti prima di subire la rete decisiva, firmata al 74’ da Prijovic, subentrato qualche minuto prima a Ljajic. La Geogia rischia di pareggiare qualche minuto dopo, ma gli uomini di Muslin resistono e al triplice fischio possono festeggiare la qualificazione diretta al Mondiale russo.

MOLDOVA-AUSTRIA 0-1
68' Schaub

C’era poco in ballo in Moldova, dove si affrontavano due formazioni già eliminate. In un match con poche emozioni ha la meglio la formazione con il maggiore tasso tecnico: l’Austria si impone grazie al gol di Schaub al 68’. La svolta della partita è al 55’, quando il centrocampista del Cagliari Ionita si fa espellere prendendo il secondo cartellino giallo e lascia i suoi compagni in 10 uomini. Da quel momento è tutto facile per gli austriaci, bravi a trovare il gol e gestire il vantaggio.

GIRONE G
 

ISRAELE-SPAGNA 0-1
76' Illaramendi

La Spagna arrivava in Israele già sicura del primo posto nel girone G e per questo il ct Lopetegui decide di cambiare ben 10 giocatori su 11 nella formazione titolare, lasciando il solo Sergio Ramos. Il ritmo della gara a Gerusalemme è piuttosto basso e non arrivano molte occasioni; nonostante questo nel secondo tempo la Spagna riesce a sbloccare la gara con il bellissimo gol di Asier Illaremendi, che firma l’1-0 con il suo primo gol con la Roja. Dietro la Spagna soffre molto poco e così chiude il girone con 28 punti sui 30 a disposizione (gli unici 2 punti lasciati per strada sono quelli della trasferta in Italia).

ALBANIA-ITALIA 0-1
73' Candreva

Un gol di Candreva dopo 73 minuti di gioco decide la sfida di Scutari, che consente agli Azzurri di affrontare il sorteggio del 17 ottobre come testa di serie dei playoff per i Mondiali 2018. Dopo un primo tempo spento, gli Azzurri migliorano con il passare dei minuti e raccolgono i 3 punti - molto importanti ai fini del ranking - con la rete dell'esterno interista nei venti minuti finali.

MACEDONIA-LIECHTENSTEIN 4-0
36' Musliu, 38' Trajkovski, 67' Bardhi, 69' Ademi

Nella sfida tra le due peggiori squadre del gruppo dell’Italia è, come prevedibile, la Macedonia ad avere la meglio. La prima rete arriva a 10 minuti dal termine: su un calcio d’angolo dalla sinistra Musliu salta indisturbato e indirizza di testa nell’angolo. A raddoppiare, subito dopo, è il giocatore del Palermo e giustiziere dell’Italia nella partita di Torino Trajkovski, che incrocia col destro. Bardhi chiude sul secondo palo il cross dello stesso giocatore rossonero. A calare il poker è Ademi, che penetra nell’allegra difesa avversaria come il coltello nel burro.

 

GIRONE I


ISLANDA – KOSOVO 2-0

40' Sigurdsson, 68' Gudmundsson

Si chiude con una sconfitta il primo torneo ufficiale della giovane nazionale kosovara. L’Islanda, già sicura di qualificarsi quantomeno ai playoff, si assicura anche il primo posto nel girone. A sbloccare, a pochi minuti dall’intervallo è il giocatore dell’Everton Gylfi Sigurdsson, che si ritrova davanti al portiere dopo aver vinto un rimpallo al limite dell’area. Nel secondo tempo, su assist del giocatore dell’Everton arriva il raddoppio di Gudmundsson. L’Islanda fa la storia: per la prima volta è alla fase finale di un Mondiale.

UCRAINA – CROAZIA 0-2
62' e 70' Kramaric

Una doppietta di Kramaric decide lo spareggio di Kiev e manda la Croazia ai playoff, eliminando l’Ucraina del ct Shevchenko. Gli ospiti iniziano all’attacco e sfiorano il gol già alla prima azione: cross di Perisic e colpo di testa di Mandzukic che, deviato, finisce alto. Ma da quel momento è l’Ucraina a fare la partita, andando al tiro con Marlos, Rakitiski, Stepanenko e Konoplyanka, senza trovare la rete. Dagli spogliatoi esce una Croazia rinfrancata. Bene deve aver fatto il cambio di allenatore (Dalic per Cacic) avvenuto negli ultimi giorni. L’eroe di giornata Kramaric segna prima di testa, sul cross di Modric, poi col sinistro, assistito da Rakitic.

FINLANDIA – TURCHIA 2-2
57' e 83' Tosun (T), 76' Arajuuri (F), 88' Pohjanpalo (F)

Persa nello scorso turno l’ultima speranza di qualificarsi ai Mondiali, la Turchia di Mircea Lucescu chiude il girone con un pari. Nel primo tempo i ritmi sono bassi e l’unica occasione è per Ozyakup. Nella ripresa il centravanti del Besiktas Tosun trova la rete: sterzata che fa sedere il difensore e tiro dalla distanza che fulmina il portiere. Su un calcio di punizione defilato arriva il piatto volante di Arajuuri che vale il pareggio. La Finlandia continua ad attaccare, ma proprio nel suo miglior momento arriva la doppietta di Tosun, che batte con un diagonale Hradecky. Quando sembra finita Pohjanpalo firma la rete del definitivo pareggio.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi