09 ottobre 2016

Ventura: "Prima superficiali, poi grande reazione"

print-icon

Il ct si gode il successo contro la Macedonia ma la prestazione degli Azzurri non lo soddisfa in pieno: "A tratti non siamo stati squadra, ma nel percorso di crescita ci può stare, abbiamo avuto carattere". Immobile: "Qui mi sento importante"

"Il 90% dei nostri errori sono stati di superficialità: ma quando punti sui giovani è così, bisogna avere pazienza": così Giampiero Ventura, ct azzurro, racconta e spiega la sua arrabbiatura in panchina, quando ha visto l'Italia passare dal vantaggio al doppio gol subito in soli tre minuti. "In quel tratto di partita non siamo stati squadra - ha aggiunto - Ma poi ho visto una grande reazione di carattere. Sono passaggi obbligati nel percorso di crescita di questa squadra. Immobile? Ha fatto il suo dovere".

"Nel secondo tempo siamo scesi in campo un po' molli, una volta subito il pari non abbiamo saputo reagire ma poi l'abbiamo fatto sul 2-1. Su questi campi non puoi sbagliare niente, o ti 'mangiano'". Così Ciro Immobile subito dopo la fine di Macedonia-Italia, in cui l'attaccante azzurro ha segnato una doppietta. "Vincere era importante per il gruppo, per il mister e per il lavoro fatto in settimana - aggiunge Immobile -. Oggi abbiamo fatto un bel primo tempo, dopo il secondo con la Spagna, Peccato solo per quei minuti di appannamento dopo il secondo gol dei macedoni. Comunque siamo sulla strada giusta, e con la cattiveria che ci vuole". Ora in nazionale, dopo queste due reti, si sente un titolare? "Qui mi sento importante - risponde -. E' bello sentire la fiducia del tecnico e dei compagni, sono cose che ti fanno essere felice di essere in questo gruppo. Adesso c'è da conquistare questo posto per la Russia".

 

EUROPEI U21

Tutti i siti Sky