22 marzo 2017

Under 16, Panico battuta 4-1. Var annulla rigore

print-icon

Esordio amaro per la prima donna ct sulla panchina di una nazionale maschile. Al Bentegodi di Verona finisce 4-1 per la Germania al termine di una gara 'storica' anche per il primo calcio di rigore annullato grazie all'ausilio della VAR

Il 22 marzo 2017 resterà un giorno doppiamente storico per il calcio italiano: allo stadio 'Bentegodi' di Verona l'atteso esordio sulla panchina della Nazionale Under 16 di Patrizia Panico, prima donna ad allenare una nazionale maschile azzurra, è coinciso infatti con il primo calcio di rigore annullato grazie all'ausilio della Var (Video Assistant Reeferes).
Al 28' del secondo tempo dell'amichevole tra l'Italia e i pari età della Germania, terminata con il risultato di 4-1 per i tedeschi, Daniele Orsato ha prima concesso e poi annullato un calcio di rigore in favore della Germania. E così per la prima volta in Italia la cosiddetta 'moviola in campo' ha portato all'annullamento di un penalty, una decisione presa in soli 14 secondi dopo che i video assistenti arbitrali Gianluca Rocchi e Paolo Valeri hanno appurato la posizione di partenza in netto fuorigioco dell'attaccante tedesco Grimm, steso poi in area di rigore da Russo.

A spiegare perché il cartellino giallo sventolato da Orsato al portierino azzurro sia stato comunque messo a referto è Roberto Rosetti, responsabile per l'Italia del Progetto VAR: "I video assistenti arbitrali hanno appurato che la segnalazione del rigore era corretta, poi hanno rivisto l'azione e si sono accorti che l'attaccante tedesco era partito in fuorigioco di una cinquantina di centimetri e hanno avvisato Orsato. La gestione dell'episodio è stata ottima e la revisione è durata in totale soltanto 14 secondi. L'ammonizione del portiere è rimasta perché si è trattato di un intervento imprudente, se fosse stato sanzionato per aver fermato una chiara occasione da gol il cartellino invece sarebbe stato tolto".

Rosetti: "Decisione presa in 14 secondi"

EUROPEI U21

Tutti i siti Sky