user
31 agosto 2017

Spagna-Italia, De Rossi: "Possiamo fare una piccola impresa"

print-icon
De Rossi - Italia

Daniele De Rossi, centrocampista della Nazionale (getty)

Il centrocampista della Roma carica gli azzurri prima della Spagna: "Siamo quasi al loro livello, non abbiamo nulla da perdere. Per noi sarà come una finale". Su Belotti: "Con Immobile può essere quello giusto per tanti anni"

CLICCA QUI PER SEGUIRE SPAGNA-ITALIA LIVE

Spagna-Italia: ci si gioca la qualificazione ai Mondiali di Russia. Al Bernabeu gli Azzurri di Ventura andranno a caccia dell’impresa per superare in classifica le Furie Rosse, al momento prime per differenza reti. A suonare la carica in vista della gara di sabato sera è stato Daniele De Rossi, che in questi termini ha parlato del match in conferenza stampa a Coverciano: “La Spagna è favorita ma abbiamo coraggio, non saremo una vittima sacrificale. Potremo fare una piccola impresa. Paura del Bernabeu? Chi ha paura di giocarci ha paura anche a San Siro. Magari la paura ci può essere quando sei molto giovane: noi abbiamo una buona dose di personalità e sappiamo cosa fare in campo”. Sulle altre gare che attenderanno gli Azzurri dopo la Spagna: “Sapremo come affrontarle e non saranno più complicate di questa. Almeno secondi ci arriveremo, questo valore lo ha espresso anche il campo”, ha assicurato il centrocampista della Roma. “Con la Spagna non abbiamo nulla da perdere ma per noi è come una finale, ci giochiamo tantissimo”.

"Siamo quasi al loro livello"

In caso di pareggio o sconfitta l’Italia potrebbe finire ai playoff: “Sono pieni di insidie”, ha continuato De Rossi. “La Spagna ci farà correre e dovremo esser pronti. Non è vero che è inferiore ad altri anni, hanno sempre qualcosa da tirar fuori. Ha 7-8 giocatori che hanno fatto parte delle squadre più belle degli ultimi quindici anni. sono comunque tranquillo, consapevole delle nostre possibilità. Siamo quasi al loro livello. Loro sono una squadra di fuoriclasse e porto rispetto a loro”. Sul centrocampo della Nazionale: “Giochiamo a tre nella Roma ma ho giocato anche a due o a due mezzo. Cambia qualcosa ma ogni modulo ha i suoi pro e i suoi contro”. La selezione di Ventura è pronta: "Affronteremo il match cercando di metterli alle corse può esser valido come atteggiamento ma stando attento. C'è tempo per far tutto, non dobbiamo vincerla in dieci minuti. Guarderò anche a come io e i miei compagni ci approcceremo a questa sfida. Può essere un antipasto del mondiale. Un occhio a come reagiremo noi”.

"Belotti spacca la porta. Insigne? Gran giocatore"

In avanti confermatissimo il tandem Belotti-Immobile: “"Il gol di domenica scorsa è una perla, capitano poche volte nella carriera di un attaccante”, ha detto De Rossi. “E' bella la cattiveria che mette sempre, spacca sempre la porta. Idem per Immobile. si trovano bene insieme, sono simili e si completano benissimo. Questa squadra si sta formando, la coppia d'attacco può essere quella giusta per tanti anni”. Su Verratti: "A venticinque anni e sta scoprendo che razza di giocatore è, di classe assoluta, a prescindere che giochi dieci metri più avanti o meno. Dovrà abituarsi a più ruoli, viste le caratteristiche della sua squadra. Con noi è il più importante come geometrie e per l'ultimo passaggio, magari nel PSG con tutti quei fenomeni non è il migliore in assoluto ma resta fortissimo. E' un ragazzo perbene. Insigne? Gran giocatore. Sarri lo ha ulteriormente migliorato. Lui così come il Napoli".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi