04 settembre 2017

Israele, troppe critiche: Zahavi lascia la nazionale. Niente Italia

print-icon

La scelta dopo le polemiche scatenate dalla sua prestazione con la Macedonia durante la quale era stato più volte fischiato dai tifosi israeliani e per risposta si era tolto la fascia da capitano gettandola a terra. Non ci sarà contro gli azzurri

Il capitano della nazionale israeliana Eran Zahavi ha annunciato la sua volontà di "lasciare la squadra" e per questo non sarà presente alla sfida con l'Italia di domani a Reggio Emilia. Zahavi ha motivato la sua decisione sui media con le polemiche sorte dopo la sua prestazione con la Macedonia durante la quale era stato più volte fischiato dai tifosi israeliani e per risposta si era tolto la fascia da capitano gettandola a terra. A seguito di questo episodio, la Federazione aveva reagito annunciando che Zahavi - attualmente star della squadra cinese Ghuangzou - non avrebbe avuto più la fascia.

Il ct Levi: "Ha commesso un errore"

Il ct di Israele, Elisha Levi, ha commentato con dispiacere l’addio alla nazionale di Zahavi: "Eran ha commesso un errore dettato dall'emozione e dalla tensione. È un giocatore importante per noi, spero possa tornare indietro sulla propria decisione." L’ Israele affronterà la nazionale italiana nel prossimo turno. “L’Italia è una delle squadre migliori del mondo, vorranno rifarsi dopo la sconfitta con la Spagna.  Speriamo di fare una buona partita, di creare difficolta' agli avversari, pur sapendo che c'e' una certa differenza di valori in campo” ha concluso Levi.

I PIU' VISTI DI OGGI