10 ottobre 2017

Italia Under 21, poker al Marocco in amichevole

print-icon

Bel successo degli Azzurrini nel match amichevole in avvicinamento all'Europeo 2019. A Ferrara finisce 4-0: la Nazionale allenata da Gigi Di Biagio si impone con due gol per tempo. Vanno a segno Parigini, Cutrone, Bonazzoli e Vido

ITALIA-MAROCCO 4-0
25' Parigini, 38' Cutrone, 65' Bonazzoli, 94' Vido


Amichevole? Sì, ma dai ritmi altissimi e con tante occasioni. I 6.200 spettatori dello stadio Mazza, insomma, si divertono. Anche perché dopo 10’ ottimi da parte del Marocco, pericoloso con Kiyine dalla distanza, l’Italia sale in cattedra: al 7’ viene annullato un gol regolare a Murgia, ma gli azzurrini continuano a cercare con insistenza il vantaggio. Il pressing altissimo, pur esponendo l’Italia a qualche rischio in contropiede, costringe spesso all’errore in disimpegno il Marocco e produce tante occasioni da calcio piazzato, non sfruttate.

Il gol è solo questione di tempo: Parigini lo sfiora prima, accentrandosi da sinistra e sparando un destro alto di poco; lo realizza al 25’, con uno spettacolare tiro a giro di destro sul secondo palo, una battuta di prima dopo una carambola scaturita da un’ottima difesa del pallone da parte di Cutrone. Palla sotto l’incrocio, una delizia. Da questo momento è quasi un monologo, l’Italia cresce sempre di più. Mancini va vicino al raddoppio su colpo di testa da calcio d’angolo, Locatelli sciupa una bella sponda di Chiesa al 34’. Il 2-0 arriva tre minuti dopo e lo firma Cutrone, con una zampata su cross da destra di Calabria: smarcamento e conclusione da attaccante vero. La partita potrebbe essere già chiusa al 39’, ma Favilli solo davanti a Benabid si divora il gol del 3-0.

Inevitabilmente nel secondo tempo i ritmi si abbassano e le occasioni diminuiscono. Tuttavia è ancora l’Italia ad avere il dominio del gioco, con Chiesa che illumina: al 50’ prova da fuori dopo un taglio da destro, senza inquadrare la porta. Poi comincia la lunga serie di sostituzioni: i più applauditi sono il talento della Fiorentina e Cutrone. Il Marocco si sveglia al 62’ con una percussione centrale di Kiyine ma la risposta di Audero è ottima. Una grande parata che precede il 3-0 degli azzurrini: lo segna Federico Bonazzoli al 64’, dopo una bellissima combinazione tra Locatelli e Murgia. Il giovane centrocampista biancoceleste serve un assist perfetto e Bonazzoli, che gioca in casa, non sbaglia. Gli ultimi venti minuti si trascinano senza grandi emozioni, tra le tante sostituzioni e ancora un gol (stavolta irregolare) annullato all’Italia, con Orsolini. L’ultimo lampo del Marocco arriva in pieno recupero, con un tocco fallito sotto porta su respinta ravvicinata di Audero. E sul ribaltamento arriva la prima gioia azzurra per Luca Vido: 4-0 Italia, buon test e soprattutto, tanti giovani che stanno dando vita ad una squadra interessante.

L'XI iniziale schierato da Di Biagio (4-4-2): Audero; Calabria, Mancini, Romagna, Pezzella; Chiesa, Murgia, Locatelli, Parigini; Favilli, Cutrone.

I PIU' VISTI DI OGGI