15 novembre 2017

Condò: "Ventura? Bisognava cambiare allenatore dopo l'andata contro la Svezia"

print-icon

"Un cambio di allenatore dopo la gara d'andata avrebbe fatto reagire la squadra". Questo il commento di Condò negli studi di Sky Sport: "Prolungare il contratto di Ventura fino al 2020 è stata una scelta dissennata"

Italia, game over. Azzurri fuori dal Mondiale per mano della Svezia, rifondazione al via. Cambiare, ripartire, ricostruire. Tante tematiche da affrontare nei prossimi giorni, vari temi. Ventura in primis: "Il discorso del ct è analogo a quello di Tavecchio". Questo il pensiero di Paolo Condò, che attraverso gli studi di Sky Sport traccia un punto sugli ultimi mesi del CT. 

"Rinnovo Ventura scelta dissennata"

"Io trovo che il discorso che riguarda Tavecchio sia uguale a quello di Ventura, da un punto di vista presidenziale questo disastro dovrebbe importi le dimissioni e l'uscita di scena. Questo perché se non si dimette scarica l'intera responsabilità su Ventura. E non è così. Perché, ad esempio, la dissennata scelta di prolungare il contratto del CT azzurro fino al 2020 è stata presa senza nessuna pressione. Quand'è che fai una scelta simile di solito? Quando l'oggetto del contendere è un giocatore, o un tecnico, con altre 10 richieste sul mercato che arrivano da tutte le parti. Allora lì lo trattengo prolungandogli il contratto, lo blindo. Non mi risulta che Ventura avesse Chelsea, Barcellona e Real Madrid alle porte, pronto a portarcelo via".

"Cambiare dopo la Svezia avrebbe provato una reazione"

E infine: "La partita del Bernabeu contro la Spagna è stata il punto di svolta, lo shock è stato così forte da non riprendersi più, sia per la squadra che per Ventura". L'analisi continua: "Per colpa di quel contratto prolungato non è stata presa una decisione come quella della Croazia, che ha esonerato il proprio CT prima dei playoff contro la Grecia. E ora grazie a quella scelta sono arrivati al Mondiale. Hanno anche una squadra più forte della nostra". Sul cambiamento prima del ritorno: "Addirittura, dopo la gara d'andata in Svezia che ha rivelato il disastro immanente, la scelta di cambiare allenatore avrebbe creato una reazione forte alla squadra. Avrebbero messo una persona fresca". Conclude: "L'episodio di De Rossi, che dice "fai entrare Insigne", è terribile dal punto di vista disciplinare, ma esatto da un punto di vista tecnico". 

Insigne: "Accetto le scelte del CT"

I PIU' VISTI DI OGGI