user
13 maggio 2018

Zenit-Mancini, ufficiale la risoluzione consensuale: via libera per la panchina della Nazionale

print-icon
man

Lo società russa ha reso noto attraverso un comunicato sui propri canali sociale di aver risolto consensualmente il rapporto con Roberto Mancini, che guiderà per l'ultima volta il club russo nel match contro lo Ska-Khabarovsk. Poi lo attende l'Italia e la nuova avventura azzurra, il 20 maggio i suoi primi convocati. Con un atteso ritorno...

MANCINI NUOVO CT: LA CONFERENZA DI PRESENTAZIONE

BALOTELLI, MESSAGGIO A MANCINI: GUARDA I SUOI DUE GOL AL CAEN

Le strade dello Zenit e di Roberto Mancini si separano ufficialmente, il club russo infatti ha pubblicato sul proprio sito ufficiale un comunicato che attesta l'avvenuta risoluzione consensuale del contratto. L'allenatore italiano guiderà dunque la squadra per l'ultima volta nel match contro lo Ska-Khabarovsk, sfida valida per l'ultima giornata del campionato russo. Dopodiché, Mancini tornerà in Italia per definire gli ultimi dettagli e firmare il nuovo contratto con la Figc, così da diventare il nuovo commissario tecnico della Nazionale Italiana. Questo il comunicato con cui lo Zenit comunica l'addio di Mancini: "Il contratto dell'allenatore verrà interrotto, con il benestare di ambo le parti, senza alcuna buonuscita".

Si riparte da Mario Balotelli. I primi appuntamenti

E l'arrivo del nuovo allenatore potrà spianare nuovamente la porta della Nazionale a Mario Balotelli. L'attuale attaccante del Nizza è da sempre un pupillo di Roberto Mancini, che lo ha avuto prima all'Inter per poi portarlo con sé in Inghilterra al Manchester City. Sarà lui la stella dell'attacco azzurro, l'uomo da cui il prossimo Ct ha intenzione di ripartire per costruire l'Italia del futuro. Già fissati anche i primi appuntamenti. Il 22 maggio ci sarà il ritrovo a Coverciano, per preparare le prossime tre amichevoli: il 28 maggio ci sarà Italia-Arabia Saudita a San Gallo, il primo giugno Francia-Italia a Nizza e il 4 giugno Italia-Olanda a Torino. I primi tre incontro con Roberto Mancini, ormai sempre più vicino alla panchina della Nazionale.

Condò: "La Nazionale ha bisogno di entusiasmo"

Paolo Condò aveva parlato così di Mancini a Sky Sport24: "Mancini è quello che sin dal primo momento ha dichiarato di desiderare questo incarico e di essere disposto anche ad andare a parlare col suo club. E' un allenatore di altissimo livello che ha dimostrato di desiderare questo incarico e il calcio italiano è uscito talmente con le ossa rotte dalla mancata convocazione per la Russia che il nuovo ct deve portare innanzitutto un grandissimo entusiasmo e un grande orgoglio di fare questo mestiere".

Nazionale italiana, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi