Arsenal, l'Emirates è infestato dai topi. Un portavoce: "Salute e sicurezza dei tifosi sono nostra priorità"

Premier League
emirates_getty

Grosso problema per l'Arsenal: l'Emirates è pieno di topi. Secondo le ispezioni igieniche sono stati trovati indizi che portano a pensare a una vera e propria infestazione, su quattro livelli dello stadio. Risposta del club tramite un proprio portavoce: “La salute e la sicurezza dei nostri tifosi sono sempre la nostra priorità"

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICA DI PREMIER LEAGUE

In campionato le cose non vanno benissimo per l’Arsenal di Wenger, nella prima stagione dopo 14 anni a non giocare la Champions League. Certo, è arrivato il primo posto nel girone di Europa League, e un sorteggio favorevole per i sedicesimi (contro gli svedesi dell’Ostersund), ma la Premier rimane un problema. Già, problemi, che sono però diversi in casa Arsenal. E se il 5° posto in campionato può essere ancora risolto da qui a fine stagione, con un piazzamento tra le prime quattro, c’è un altro guaio ancor più impellente da sistemare: l’Emirates è pieno di topi. Clamoroso, vero. Proprio in Inghilterra, la patria degli stadi di proprietà: moderni e bellissimi. Avvolgenti e sempre pieni. Sì, ma questa volta anche di tanti piccoli ospiti indesiderati. Secondo le ispezioni igieniche, infatti, sono stati trovati indizi che portano a pensare a una vera e propria infestazione di topi in quattro diversi livelli dello stadio. I funzionari hanno trovato escrementi in vari luoghi dell’impianto: sotto le tubature, sotto e dietro i forni, nelle aree adibite al lavaggio delle pentole e sotto gli scaffali.
 

Ci sarebbe già anche un colpevole in tutta questa storia: la vicinanza alla linea ferroviaria East Coast Main Line, che ha probabilmente contribuito al problema. Da risolvere, immediatamente. “La salute e la sicurezza dei nostri tifosi sono sempre la nostra priorità - ha detto un portavoce dei Gunners - siamo rimasti molto delusi nell'apprendere queste carenze nell'ottobre 2016”. Già, si tratta dunque di una situazione pregressa. Non a caso, un rapporto inviato alla Premier League dello scorso anno parlava proprio di mancanza di pulizia e comunicazione tra l'Arsenal e la società che gestisce lo stadio. “Dopo aver ricevuto il rapporto, abbiamo immediatamente implementato una serie di misure per affrontare il problema. Siamo fiduciosi nei passi che abbiamo compiuto nell'ultimo anno e continuiamo a lavorare con esperti esterni per garantire che stiamo portando avanti le azioni giuste” - conclude il portavoce del club londinese.