18 dicembre 2016

Poker di Mertens, Napoli show: 5-3 al Toro

print-icon

Il belga mette a segno 4 reti (a una settimana di distanza dalla tripletta al Cagliari) e stende i granata di Mihajlovic. La squadra di Sarri sale a 34 punti in classifica, a -1 dalla Roma, lasciando il Torino a 25

NAPOLI-TORINO 5-3 
13’, 18’ su rig. 22’ e 80' Mertens (N), 58' Belotti (T), 70' Chiriches (N), 76' Rossettini (T), 84' rig. Iago Falque (T)

Lo stavano per ribattezzare Tris, ma Dries non si è fermato e ne ha fatti 4. Non ci sono parole per Mertens, goleador in crescendo: gol e assist al Benfica, tripletta al Cagliari e poker al Toro nel giro di 12 giorni. Il numero 14 del Napoli, da falso nueve è diventato un nove vero. Non è blasfemo il paragone con Higuain, perché ormai Mertens è una certezza. Sembrano lontanissimi i tempi dell'eterno ballottaggio con Insigne, il belga è il nuovo fuoriclasse della squadra di Sarri.
Le 7 reti messe a segno nelle ultime due gare di campionato rappresentano un record: nel primo tempo contro il Toro Mertens ha superato Hart tre volte in 9 minuti, dal 13' al 22'. Il secondo gol è arrivato su rigore, sfatando il tabù a cui ha fatto riferimento Sarri, con sottile polemica, nella conferenza della vigilia.

Falso nueve, 9 pieno in pagella - Il ciclone Mertens si abbatte sui granata spazzando via le speranze di Mihajlovic di fare punti al San Paolo, ma sul 3-0 i padroni di casa si fermano, pur avendo le occasioni per infierire. Lo stesso Mertens va vicino al poker e poi Callejon, che aveva servito l'assist dell'1-0, non è lucido sotto porta quando c'è da chiudere il match.  

Reazione Toro... - Dopo l'inevitabile strigliata dell'intervallo, il Toro che entra in campo nella ripresa è più agguerrito e nel primo quarto d'ora del secondo tempo trova il gol. Tanto per cambiare è il Gallo Belotti a fare centro: l'attaccante della Nazionale realizza così la rete numero 12 nelle 15 presenze di questo campionato, lo stesso bottino messo a segno nelle 35 partite giocate nella scorsa Serie A. Sei gol e un assist nelle ultime 5 presenze in campionato per lui, a segno anche nel derby. Il Napoli è costretto a rifarsi sotto per non rischiare di andare nel panico incassando il temuto 3-2. E qui si dimostra squadra da Champions, tornando all'attacco con Callejon che dalla destra sviluppa un'azione da calcio a 5 lasciando a Chiriches il compito di calare il poker. Sul risultato di 4-1 il match sembra chiuso, ma a un difensore risponde un difensore: Rossettini, su una respinta di Reina, riapre la partita. 

...e goleada - E chi poteva richiuderla, se non Mertens. Ancora il belga, con un gol di rara bellezza, realizza il momentaneo 5-2, con quello che è il suo primo poker in A: l'ultimo in un campionato lo aveva realizzato in Eredivisie contro il Roda con la maglia del PSV, nel settembre 2011. In Serie A, invece, l'ultimo giocatore prima di lui a realizzare un poker era stato Berardi contro il Milan (nel gennaio 2014). Giunti a sette reti, non è finita. C'è un altro rigore, stavolta per i granata. Iago Falque supera Reina e chiude il match sul 5-3.

La classifica - Con questo successo la squadra di Sarri sorpassa il Milan e si porta al terzo posto a -1 dalla Roma. Toro fermo a quota 25 punti. Un altra battuta d'arresto per i granata, dopo il ko nel derby.

 

Mertens scatenato - Il confronto con Cavani e Higuain dopo 16 giornate dimostra che il belga ha i numeri del centravanti vero. Pur non avendo raggiunto i 1000 minuti è già in doppia cifra. Il Pipita tirava di più, ma come le conclusioni in porta di Dries superano quelle del Matador.

giocatore stagione gol min.giocati tiri tot tiri in porta partite con gol doppiette 3 o +gol
MERTENS 2016-17 10 915 42 25 4 2 2
HIGUAIN 2015-16
14 1360 60 32 10 4 0
CAVANI 2012-13 11 1156 47 24 8 1 1