Atalanta, verso il Cagliari: presentato Hateboer

Serie A
Dopo il pareggio con il Torino l'Atalanta di Gian Piero Gasperini vuole tornare alla vittoria (Getty)
gian_piero_gasperini_atalanta_getty

I nerazzurri sono scesi sui campo del centro sportivo di Zingonia per esercizi di tecnica, di tattica e una partitella finale su campo ridotto. Il difensore: "Felice di essere qui, il centro sportivo mi piace. Ho scelto questo club perché Gasperini lavora bene con i giovani"

Altra giornata di lavoro per l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, che nel prossimo turno di campionato affronterà il Cagliari. La gara è in programma per domenica alle ore 15 allo stadio Atleti Azzurri d’Italia e i nerazzurri vogliono tornare a vincere per aumentare l’attuale bottino di 39 punti in classifica. Come si legge sul sito ufficiale del club bergamasco, i calciatori oggi hanno sostenuto una seduta d'allenamento al centro Bortolotti di Zingonia che prevedeva esercizi di tecnica, di tattica e una partitella finale su campo ridotto. Gasperini ha potuto lavorare con il gruppo al completo, eccezion fatta per gli infortunati di lungo corso Dramé e Konko, che hanno proseguito con i rispettivi lavori personalizzati per recuperare dai rispettivi problemi fisici. Per la giornata di domani, sempre a Zingonia, è fissato un allenamento di rifinitura a porte chiuse.

Continuano anche le presentazioni per i nuovi arrivati nel mercato di gennaio, oggi è stato Hans Hateboer a pronunciare le prime parole da neo calciatore dell’Atalanta. Difensore olandese classe 1994, l’ex calciatore del Groningen ha parlato ai microfoni del canale ufficiale del club e ha spiegato così i suoi primi giorni in Italia, in attesa dell’occasione in Serie A: "Due settimane fa sono arrivato a Bergamo e sono stato subito ben impressionato dal centro sportivo di Zingonia in cui oggi mi alleno. Tutto mi ha colpito in positivo e sono davvero felice di essere qui. Cosa so di questo club? Che in questo campionato sta facendo davvero molto bene; ho visitato alcune parti della città e mi è piaciuta, così come lo stadio. Ci sono già stato e ho visto anche che i tifosi sono appassionati. Poi so che Gasperini lavora bene coi giovani e questo è uno dei motivi che mi ha convinto a venire qui; ora sono molto contento di poter far parte di questa famiglia", ha concluso il difensore.