Palermo, Lo Faso ko. Jajalo: "Non vado via"

Serie A
diego_lopez_palermo_getty

Il centrocampista bosniaco suona la carica: "Sia con Lopez che con Corini abbiamo recuperato fiducia ed entusiasmo". Cinque gli indisponibili in casa rosanero, ai quali si aggiunge, per un problema muscolare, la stellina della Primavera

"Spero che non dovremo attendere l'ultima giornata con l'Empoli per la salvezza". In conferenza stampa, Mato Jajalo fa il punto sulla stagione del suo Palermo, tornato in corsa per salvarsi dopo la vittoria con il Crotone: "Sia ora, sia prima con Corini abbiamo recuperato fiducia ed entusiasmo. Ora testa all'Atalanta: è una gara importante. E non dobbiamo avere fiducia solo in Nestorovski, anche Chochev è bravo a segnare, è lui il centrocampista che può segnare di più".

“Non vado via” - Il 28enne centrocampista bosniaco giura amore ai colori rosanero: ”Il mercato? Non andrò via, non bado a quello che dicono i giornali. Per me sarà un anno molto importante: voglio far bene col Palermo e con la Nazionale. Con la Bosnia dobbiamo recuperare due punti alla Grecia, quindi sarà una partita fondamentale. E non c'è mai stata possibilità di lasciare il Palermo, ho un contratto fino al 2019 e sono felice di essere qui”.

Punto infortunati - Iniziata oggi la marcia d'avvicinamento del Palermo al match di domenica pomeriggio contro l’Atalanta, al ''Tenente Onorato'' di Boccadifalco i rosanero di Lopez hanno effettuato un riscaldamento tecnico fisico, possesso palla, un lavoro aerobico e una partita d'allenamento a tutto campo. Sinisa Andelkovic, Carlos Embalo e Mato Jajalo hanno svolto un allenamento differenziato programmato. Andrea Fulignati e Slobodan Rajkovic si sono sottoposti alle cure dei fisioterapisti. Problemi anche per la giovane stella Lo Faso, che durante il match del campionato Primavera contro l’Atalanta ha rimediato una lesione di primo-secondo grado ai muscoli: retto femorale e vasto intermedio dell'arto inferiore sinistro.

La carica di Nestorovski - Decisivo contro Napoli e Crotone, il macedone ha raccontato del suo amore per Palermo: “Il mio obiettivo dichiarato è diventare capocannoniere del campionato in rosanero. Ecco perché credo fermamente nella salvezza. E tra un anno ne riparliamo: io mi vedo ancora qui, assolutamente. La Macedonia e il Palermo sono i miei grandi amori che non voglio deludere. Il gol di domenica è coinciso pure con i 3 punti e sono felice per i tifosi e per la squadra. La doppia cifra, quando arriverà, spero presto, non vorrà dire nulla se non ci salviamo alla fine. L’unica strategia che conosco è restare uniti come abbiamo fatto nelle ultime partite”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche