Torino, verso la Lazio: torna Valdifiori

Serie A
Il Torino in allenamento (torinofc.it)
Torino_torinofcit

I granata preparano il Monday Night di campionato contro i biancocelesti: Mirko Valdifiori, dopo due giornate di riposo, è tornato a lavorare con il gruppo. Rientrata definitivamente anche l'emergenza difensiva di inizio anno: tutti a disposizione di Mihajlovic fuorchè Avelar

Lunedì la Lazio, nuovo test per il Torino di Mihajlovic. Dopo la vittoria per 3-1 in rimonta contro il Palermo, i granata si preparano al Monday Night dell’Olimpico. Sedute di allenamento cominciate nella giornata di martedì e continuate anche oggi, quando al gruppo si è nuovamente unito Mirko Valdifiori. Il centrocampista ex Napoli era rimasto a riposo nei giorni scorsi ma contro i biancocelesti ci sarà al 100%. A mancare sarà invece Avelar, ancora alle prese con il lavoro specifico per recuperare dall’infortunio. È lui l’unico difensore che Mihajlovic non avrà a disposizione per la prossima di campionato: dopo le tante defezioni di inizio 2017, dunque, l’emergenza del reparto arretrato sembra definitivamente rientrata.  

Riecco Carlao - Ad aver recuperato è anche Carlao, brasiliano arrivato a gennaio dall’APOEL e mai adoperato (causa infortunio al gomito) dall’allenatore serbo. Il nuovo difensore granata ha parlato a Torino Channel del suo momento delle sue aspettative per questo finale di stagione: “Non ho mai sentito un dolore così forte - ha raccontato - ora il gomito va meglio, mi sento bene e sono contento. Ho ancora un po’ di dolori ma penso che sia normale. Spero di entrare il più presto possibile in campo per aiutare la squadra”. Sull’ambientamento nel calcio italiano: “È stato difficile per l’intensità. Arrivo da Cipro, da un calcio diverso. Non ho ancora giocato ma penso che quando entrerò in campo andrà bene, perché mi sto allenando molto con i preparatori tecnici e soprattutto fisici”. Il brasiliano di San Paolo ha poi parlato del suo rapporto con Mihajlovic e con i suoi compagni di squadra: “Con il mister va molto bene, mi sono infortunato subito e inizialmente non abbiamo instaurato un rapporto, ma poi da quando ci siamo parlati sta andando tutto bene”. Anche con l’italiano “va bene: per ora lo capisco solo, ma penso che in poco tempo sarà in grado di parlarlo abbastanza bene. I miei compagni? Ho legato soprattutto con i brasiliani, per una questione di lingua, ma sono stato accolto bene da tutti”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport