30 aprile 2017

Serie A, Fiorentina. Paulo Sousa: "Una delle peggiori partite"

print-icon

L'allenatore viola dopo la sconfitta di Palermo: "Sono deluso, è stata una delle peggiori partite della stagione. Non abbiamo fatto quello che abbiamo provato in allenamento e tanti calciatori non erano in giornata. Resto concentrato sui miei ragazzi"

La Fiorentina cade a Palermo, rallentando nella sua rincorsa all’Europa. Dopo la vittoria del Franchi contro l’Inter, i viola non riescono a trovare la continuità che serviva per inseguire il sesto posto. Per l’amaressa di Paulo Sousa: "Sono deluso perché mi aspetto sempre di più dalla mia squadra – ha dichiarato l’allenatore viola ai microfoni di Sky Sport - Oggi è stata una delle peggiori partite di questa stagione insieme al primo tempo di Pescara. C’è stata mancanza di qualità, velocità, solo dopo il gol la squadra ha alzato l’intensità ed abbiamo avuto l’occasione per il pareggio con Babacar. Però abbiamo fatto comunque tanti errori individuali, questo ha permesso al Palermo di abbassare bene il blocco, di stare compatto tra i reparti e cercare le ripartenze per farci male".

"Tanti calciatori non erano in giornata"

Sulla formazione schierata, senza Bernardeschi e Chiesa: "Io ho voluto dare un po’ più di equilibrio inizialmente con Milic, schierando un calciatore difensivo in più, invece di avere due esterni puri che andassero nell’uno contro uno. Avevo due calciatori come Ilicic e Borja Valero che in genere possono dare molto di più rispetto a quello che hanno dato oggi. A centrocampo abbiamo provato a dare libertà a Vecino di fare i suoi movimenti di rottura, cosa che sta facendo bene ultimamente. Però il Palermo si è abbassato bene, ci ha tolto profondità offensiva e in questi casi hai bisogno di calciatori che siano nella giornata giusta. Ma oggi, questo, non è accaduto". L’obiettivo europeo, ora, è più lontano: "Noi prepariamo ogni partita per vincere, lavoriamo per quello. E oggi non siamo stati per niente vicini alla qualità che noi abbiamo, sia individuale che collettiva".

"Sono concentrato sui miei ragazzi"

Ormai sembra chiaro che nella prossima stagione Paulo Sousa non sarà l’allenatore della Fiorentina. Il portoghese parla anche delle difficoltà di lavorare in questo contesto: "Questo fa parte del nostro mondo – prosegue – Io cerco di essere concentrato sul fatto di controllare i miei ragazzi. Cerco di spingere durante la settimana, valutare il loro lavoro per poi prendere le mie decisioni. Questa settimana abbiamo lavorato bene, anche all’inizio con buona intensità. Purtroppo non abbiamo trasferito questo durante la partita, sappiamo che può capitare contro una squadra che abbassa bene il blocco. Abbiamo preparato tante cose, sia a livello individuale che collettivo, per cercare di trasferirle poi in partita ma purtroppo oggi non ci siamo riusciti".

Borja Valero: "Dopo il gol non abbiamo saputo reagire"

CALCIOMERCATO - tutti i video

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky