30 aprile 2017

Inter, Pioli: "Giusto spirito, possiamo ancora recuperare"

print-icon

Nonostante il ko contro Sarri, Pioli guarda con ottimismo alle prossime gare: "Ci stiamo impegnando duramente, diamo tutti qualcosa in più per uscire da questa situazione. Possiamo ancora raggiungere il Milan". Sulla gara: "Il Napoli ha grandi numeri, sono forti. Noi ci abbiamo messo spirito e attenzione: l'abbiamo interpretata bene"

Ancora una sconfitta per l’Inter di Stefano Pioli, questa volta contro un Napoli in gran forma. 1-0 a San Siro per la squadra di Sarri, capace di gestire il match e quasi mai in difficoltà sugli attacchi dei nerazzurri. “Abbiamo sofferto, ma abbiamo affrontato un avversario molto forte”, ha detto Pioli nel post partita. “I numeri del Napoli testimoniano la loro forza. Ci è mancata precisione e velocità, potevamo avere delle occasioni. È vero che abbiamo faticato, ma abbiamo interpretato bene la gara, con attenzione e spirito. Sul gol subito abbiamo commesso un errore dopo al quale è stato difficile rimediare”. Manca probabilmente quella sicurezza che fino al 7-1 dell’Atalanta era stato il marchio di fabbrica della squadra: “Quando arrivano questi momenti delicati, quando i risultati non ti danno ragione, per tornare a provarci bisogna: lavorare meglio e cambiare i risultati. Se i risultati non arrivano e si continua a commettere gli stessi errori nulla può cambiare. Ho visto comunque stasera delle buone situazioni, è stata una gara che ci deve dare fiducia per lo sprint finale del campionato: possiamo ancora recuperare delle posizioni”.

"Possiamo raggiungere il Milan"

Dei cambi rispetto alle ultime partite, che Pioli ha prontamente spiegato: “Perisic ha avuto un problema muscolare a inizio settimana, ho messo Eder che ci poteva dare sia profondità sia gioco tra le linee. E ha fatto buona gara, nonostante sia stata dura per tutti i nostri attaccanti. Ho inserito poi Brozovic perchè sa gestire la palla, in queste situazioni ha le capacità giuste per impostare bene la manovra. Passi avanti dopo Firenze? Mi fa piacere trovare pareri che condivido. Non è facile affrontare partite del genere dopo un momento così difficile. Non vinciamo da un mese e mezzo. Anche io sono dispiaciuto, ci siamo presi responsabilità in altre occasioni ma stasera ci siamo sforzati di giocarcela. È chiaro che contro un avversario così forte non è semplice: rispetto all’andata penso comunque che siamo stati più compatti e solidi. E ora con mentalità dobbiamo dimostrare di poter restare in una realtà importante: abbiamo ancora possibilità per raggiungere il Milan. E ci lavoreremo da subito”.

“Tutti si prendono responsabilità”

Pioli ha continuato: “Lo so che a livello mediatico escono sempre cose relative al futuro di questa squadra: sono situazioni che possono portare via energie, che invece sarebbe giusto mantenere per finire bene il campionato. Per quanto riguarda il lavoro fatto finora sto ottenendo dalla società tutto il supporto necessario, stiamo lavorando per riprendere il filo del discorso. Paghiamo due partite: una, quella di Crotone, in cui siamo totalmente responsabili; paghiamo anche il pareggio all’ultimo secondo nel derby. Quella gara poteva darci lo slancio, ma questo è il nostro percorso e non è ancora finito. Se non ci sono leader? Questo discorso lo sento fare da parecchio tempo. Noi abbiamo giocatori importanti, quasi tutti nazionali. Con molta onestà dico che tutti si prendono le loro responsabilità e tutti vogliono dare qualcosa in più per uscire da questa situazione. Ci stiamo dando da fare e abbiamo ancora le nostre chances”.

Gagliardini: "Non sto rendendo più come all'inizio"

CALCIOMERCATO - tutti i video

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky